Green Pass Clonato: Come difendersi dalla nuova Truffa

In un periodo in cui il Green Pass è necessario quanto obbligatorio per svolgere determinate attività o accedere a specifici eventi e luoghi, c’è chi ne approfitta per truffare i creduloni, mediante SMS FAKE, SMS malevoli e truffe di ogni sorta. Quest’oggi vogliamo mettervi in guardia dalla recente truffa Green Pass Clonato, a seguire dunque tutti i dettagli.

Attenti alla truffa del Green Pass Clonato

Con un post la Polizia Postale invita gli utenti ad astenersi dal clinnare sul link malevolo presente in un SMS molto diffuso in questi ultimi giorni, il quale recita: “La sua certificazione verde Covid-19 risulta essere clonata, per evitare il blocco è richiesta la verifica dell’identità su dgcgov.valid-utenza.com”

Il malcapitato credendo che il proprio Green Pass sia stato clonato clicca sul link per risolvere il problema, ritrovandosi con il furto dei dati personali oltre un malware nello smartphone, il quale spia conversazioni, spia telefonate, registra ciò che viene digitato sulla tastiera tramite un keylogger ed invia poi informazioni personali ad un server remoto.

Se ricevete un messaggio di questo tipo, vi invitiamo a cancellarlo all’istante, anche perchè un Green Pass clonato non può essere utilizzato qualora non rispecchi l’identità della persona che lo possiede, inoltre non verrete di certo avvisati via SMS qualora si verifichino casi rari legati ad una eventuale clonazione del Green Pass.

Come bloccare SMS SPAM

Se volete c’è sempre la possibilità di bloccare SMS SPAM per evitare questo tipo di truffe, la procedura è molto semplice e veloce e può essere fatta su qualsiasi smartphone Android:

  1. Aprite l’app dei messaggi
  2. Cliccate sull’icona dei tre puntini in alto a destra
  3. Cliccate su Impostazioni
  4. Cliccate su Blocca numeri e spam
  5. Cliccate su ID Chiamante e protezione spam

Naturalmente nel Google Play Store ci sono anche tante app gratis, app sicure e app funzionanti per bloccare SMS SPAM, qualora non possiate o vogliate affidarvi all’app SMS di Google o del produttore dello smartphone.

Tenete bene a mente che un antivirus o antimalware su Android può salvarvi da una eventuale infezione, ma il tentativo di phishing, ossia di rubare le vostre credenziali di accesso, come username, email, password o eventuali codici può essere evitato solo con il buon senso, vale a dire non cliccare su link malevoli o link sospetti, oltre ad attivare il 2FA. Per maggiori informazioni vi invitiamo a consultare il nostro articolo 2fa: Cos’è, come e quando si usa su Android.

Ricordate che anche se un vostro contatto fidato vi invia un SMS o messaggio WhatsApp, messaggio Facebook o Telegram, non significa che sia sicuro al 100%, potrebbe essere stato infettato e di conseguenza il messaggio inviato e da voi ricevuto non scritto di sua mano, prima di cliccare chiedete sempre al vostro contatto se lo ha inviato lui/lei oppure fate una ricerca su Google con il testo del messaggio.

Come vi abbiamo parlato nell’articolo Malware su Facebook: Mi sembra di vederti in questo video o sei tu nel video.

Post precedente

Motorola edge 30 Pro: la potenza ha una nuova forma

Next Post

Samsung annuncia i nuovi Galaxy Book2 Pro e Galaxy Book2 Pro 360

Articoli correlati