WhatsApp Ban: Quando avviene e come proteggersi

Whats’App può bannare un account? A quanto pare si. Ci sono specifici casi in cui il vostro account WhatsApp risulta bannato, in modo temporaneo o definitivo. In questo articolo vi riporteremo tutti i casi e come fare per proteggersi.

WhatsApp: Quando avviene il Ban

Prima di parlare di protezione bisogna conoscere i casi in cui l’Account WhatsApp viene bannato. Come anticipato ci sono casi temporanei e definitivi. Partiamo da quelli provvisori, i quali vi permetteranno di tornare ad utilizzare il Messenger dopo un certo periodo di tempo:

  • Se utilizzate WhatsApp non ufficiali
  • Creare numerosi gruppi con altre persone che non hanno il numero salvato in rubrica
  • Invio di numerosi messaggi ad un utente che non si possiede in memoria
  • Se si viene bloccati da diversi utenti in breve tempo

Se dunque ricorrete a versioni modificate di WhatsApp o create tanti gruppi con contanti che non avete nella vostra rubrica ed inviate loro messaggio, oppure nel caso in cui venite bloccati da più utenti, rischiate il ban temporaneo.

Si tratta di una precauzione, in quanto potreste essere degli Spammer, diffusori di FAKE NEWS o fastidiosi nei confronti degli utenti, nel giro di un certo lasso di tempo potrete comunque tornare ad usare il Messenger, dunque se volete evitare questo tipo di Ban vi basterà utilizzare WhatsApp ufficiale, creare gruppi solo con contatti presenti in rubrica, inviare messaggi solo a contatti che avete salvato in rubrica ed evitare di essere bloccati da più utenti.

Il ban permanente invece è più complesso ed avviene nei seguenti casi:

  • Eseguite azioni automatizzate
  • Se usate un numero di telefono per scopi illeciti
  • Se siete stati segnalati da più utenti
  • Se utilizzate nomi sospetti nei gruppi

Se quindi usate Bot o trucchi per inviare messaggi automatici, usate nick sospetti, venite segnalati da molteplici utenti o il vostro numero è stato usato per altri scopi non leciti, rischiate il ban permanente.

Per proteggesi vi basterà Attivate l’autenticazione a due fattori, si tratta di un sistema di protezione che richiede un codice inviato via SMS, email o generatore per poter accedere. L’attivazione può avvenire direttamente dal Messenger, tramite le impostazioni.

Se notate anomalie nel vostro Account, come accessi da postazioni differenti o altro, non esitate a contattare l’assistenza tecnica tramite i Social, ed è inutile dirvi di non fornire il codice ricevuto a nessuno e per nessun motivo.

Post precedente

Google Chrome: Arriva una novità interessante

Next Post

ZTE annuncia lo smartphone Axon 30 Ultra

Articoli correlati