Come rintracciare il mio telefono Android

Se avete smarrito il vostro Smartphone Android e volete sapere come rintracciarlo, siete nel posto giusto. In questo tutorial vi spiegheremo come individuarlo in caso di furto o smarrimento, come bloccarlo se avete dimenticato dove lo avete lasciato e come proteggerlo a distanza se non lo avete sotto mano.

Vi illustreremo nel dettaglio un modo per accederci in remoto, una sorta di antifurto per restare tranquilli in caso perdeste il vostro smartphone e non permettere a nessuno di poter accedere ai vostri dati. Quello che potrete fare è utilizzare un software già incluso nel vostro telefono o decidere di utilizzare app di terze parti che vi permetteranno di gestirlo a distanza. Siete pronti a conoscere le giuste applicazioni per questo problema? Bene, mettetevi comodi e cominciamo questo viaggio insieme verso la sicurezza del vostro smartphone.

Come gestire il Dispositivo Android

Se avete perso il vostro telefono, sicuramente la domanda che vi sarete posti è “Come faccio a bloccarlo o a recuperarlo?”. La paura che altri possano accedere ai vostri dati, è sempre preoccupante. Tuttavia una cosa importante da fare quando si acquista un telefono, è attivare la “Gestione Dispositivi Android” di Google già presente sul telefono che vi permette di localizzare lo smartphone e controllarlo a distanza direttamente dal vostro Account su qualsiasi computer in uso. Questo servizio vi permetterà di farlo squillare in modo anomalo non solo dandovi modo di vedere se è nelle vicinanze ma anche per attirare le persone intorno a chi lo ha preso. Inoltre con Google potrete bloccarlo in remoto inserendo un codice di sicurezza e formattarlo a distanza.

Fatta questa procedura, da utilizzare solo se si è sicuri di non recuperare il telefono, non vi sarà più possibile intervenire in remoto sul telefono ma i vostri dati saranno al sicuro. Questo è un ottimo sistema per bloccare l’accesso ai vostri dati, anche sensibili, e non permettere a chiunque abbia trovato il telefono di potervi danneggiare in qualche modo. Tuttavia unico requisito che questo sistema deve avere, è che il telefono sia dotato di connessione internet e GPS attivato

Basta però tenere a mente che se il ladro in possesso del vostro telefono decida di spegnere la connessione dati e il GPS, questa applicazione non sarà più utile e non vi permetterà di svolgere le funzioni appena descritte. 

Per attivare “Gestione dispositivi Android” dovrete:

  1. Andare sulle Impostazioni di Android (Icona ingranaggio)
  2. Selezionare la voce Geolocalizzazione e attivare la levetta
  3. Tornare su Impostazioni
  4. Tappare su Sicurezza
  5. Attivare la funzione “Localizza questo dispositivo da remoto” , “Consenti blocco” e infine “Cancellazione da remoto”.

Una volta conclusa questa semplice procedura, potrete utilizzare il sistema andando sul sito di Google, e accedere con i propri dati. Una volta loggiato, potrete vedere la posizione in cui è collocato il vostro telefono e i vari pulsanti per gestirlo in remoto. Potrete quindi:

  • Far Squillare il telefono
  • Bloccare il telefono
  • Formattare il telefono

Qualora la procedura non funzioni, è possibile che abbiate un telefono abbastanza vecchio e non in possesso di licenze Google. Nel caso potrete andare su Google Play e installare il servizio. Se invece non risultano dispositivi registrati su quella pagina, occorre:

  1. Andare su Google dal proprio telefono e disattivare le opzioni attivate precedentemente (Localizza questo dispositivo da remoto, consenti blocco e cancellazione da remoto)
  2. Andare su Impostazioni
  3. Cliccare sull’App di Android
  4. Cancellare i dati di Google Play Services, Google Services Framework, Google Play Store
  5. Rimuovere l’account Google dal telefono
  6. Riavviare il telefono
  7. Re-inserire l’account di Google
  8. Ripetere la procedura iniziale

Applicazioni esterne per il controllo del telefono

Un altro modo per rintracciare il vostro telefono è utilizzare applicazioni di terze parti. Sono per lo più semplici da usare, alcune sono a pagamento, altre completamente gratuite e offrono soluzioni complete per un controllo totale del vostro dispositivo. In questo tutoria vi presentiamo quali sono le applicazioni migliori da scaricare dal playstore, quali funzioni aggiuntive posseggono e come scaricarle.

Android Lost

Android Lost è un’applicazione gratuita che attiverà funzioni di anti-furto sul vostro telefono. E’ una delle più conosciute e scaricate dal Playstore e non desta sospetti proprio perché ha un’icona a forma di notes. Tramite l’applicazione potrete:

  • Localizzare il telefono da remoto
  • Gestire il telefono tramite SMS 
  • Di scattare delle Foto a distanza
  • Attivare / Disattivare il GPS e la connessione internet

Da queste funzionalità potrete capire che non è come il “Gestione dispositivi Android di Google” e non sarà necessario essere in possesso di linea internet o GPS per poterlo controllare. Inoltre, attivando una licenza per soli €3,35 direttamente dal playstore, sono disponibili ulteriori funzionalità che vi permetteranno di controllare e ricercare i vostri contatti ed eseguire applicazioni. Per poter attivare l’applicazione dovrete:

  1. Andare su Google Playstore
  2. Inserire come chiave di ricerca Android Lost
  3. Scaricare l’applicazione 
  4. Installare l’applicazione
  5. Avviare l’applicazione

Vi chiederà una volta avviata l’applicazione di fornire il consenso all’applicazione di agire come Amministratore. Dovrete quindi attivare e autorizzare l’applicazione a tutti i permessi che richiede. Una volta effettuata questa procedura dovrete :

  1. Collegare il vostro account Google all’applicazione
  2. Andare sulla pagina web ufficiale di Android Lost
  3. Cliccare sulla voce Sign In (in alto a destra)
  4. Loggarsi con il vostro account Google (lo stesso presente sul telefono)
  5. Cliccare sulla voce Permetti

Da qui potrete impostare i vari settaggi che volete, come attivare la modalità SMS su Android Lost (in quel caso dovrete inserire il numero telefonico) e cliccare successivamente SMS Allow.  All’interno del sito avrete un vero e proprio pannello di controllo tramite cui rintracciare il vostro telefono, effettuare dei backup, inviare messaggi e molto altro. Tra le funzioni potrete attivare e disattivare il GPS, attivare e disattivare il Bluetooth e bloccare/sbloccare il telefono.

Cerberus

Altra applicazione simile ad Android Lost e forse meno conosciuta, è Cerberus. A differenza della precedente applicazione, questa non è gratuita ma potrete acquistarla al costo di €5 annuali ma potrete provarla per 7 giorni in modalità gratuita. Con Cerberus potrete:

  • Localizzare il telefono da remoto
  • Visualizzare una cronologia di chiamate e messaggi
  • Inviare SMS in remoto
  • Scattare foto e realizzare video a distanza
  • Attivare/ disattivare GPS e Bluetooth
  • Formattare il telefono in remoto.

Inoltre è provvisto di altre funzionalità ma è necessario effettuare il root sul proprio smartphone, invalidando così la garanzia. Per poter scaricare l’applicazione dovrete:

  1. Andare sul Playstore
  2. Ricercare applicazione Cerberus
  3. Scaricare applicazione 
  4. Installare l’applicazione

Una volta che avrete proceduto all’installazione, all’avvio vi chiederete di creare un account Cerberus e dovrete seguire tutta la procedura guidata e dando modo all’app di Accedere come amministratore. Se avete invece effettuato il Root al telefono, attiverete “Concedi permesso Superuser”. Una volta che avrete concluso tutti i settaggi iniziali, vi basterà andare sul sito ufficiale dell’applicazione e loggarvi inserendo i dati di accesso.  Una volta loggiati nel sito vedrete un vero e proprio pannello di controllo tramite cui gestire il vostro telefono. Questa applicazione è molto utile in caso volete tenere sotto controllo i vostri figli, avendo sempre una chiara visione di dove sono e come rintracciarli. Inoltre vi consentirà di vietare loro alcuni siti e proteggerli da eventuali pericoli. Proprio per questo c’è la sezione Kids con tutti i settaggi che potrete gestire.

Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, LudomediaInstagram

Nessun commento

Lascia un commento