HomeTutorial Android (Guide)Google PIxel 4: Guida al ROOT – Come sbloccare lo smartphone

Google PIxel 4: Guida al ROOT – Come sbloccare lo smartphone

Se avete acquistato i nuovi Google Pixel 4 e volete abilitare i permessi di ROOT, allora siete nel posto giusto, perchè oggi vi guideremo passo passo su come sbloccare i Google Pixel 4, grazie alla collaborazione di XDA.  

Google Pixel 4 – Abilitare i permessi di ROOT

Attivare il ROOT su uno smartphone Android, vi permette di accedere al terminale come amministratori, ciò significa poter installare qualsiasi applicazione di modding, spostare le app su microSD attraverso Link2SD, installare applicazioni che bloccano la pubblicità e cosi via dicendo.

La prima cosa da fare naturalmente è quella di scaricare la boot image relativa allo smartphone che utilizzate. La boot image come suggerisce il nome stesso è l’immagine di boot che racchiude la parte del sistema operativo che ne permette l’avvio, la cosiddetta factory image.

Assicuratevi che la factory image corrisponda al modello in uso, le potete scaricare dai seguenti link:

Ora che avete scaricato il boot nel formato zip, estraetelo sul PC per ritrovarvi il file boot.img che dovrete trasferire nel vostro smartphone. Prima di lasciarvi alla guida vogliamo condividere con voi alcune procedure da conoscere:

 

Come abilitare le Opzioni Sviluppatore: A cosa servono

Come suggerisce il nome stesso, le Opzioni Sviluppatore sono delle opzioni che permettono all’utente esperto di modificare settaggi avanzati sul terminale Android. Di default le Opzioni Sviluppatore sono disattivate e nascoste agli occhi degli utenti, proprio per evitare di fare danni, come si suol dire.

Immaginatevi se un utente inesperto trova questo menu e per pura curiosità inizia a modificare i vari settaggi. Quando si decide di abilitare i permessi di ROOT su Android, bisogna attivare il suddetto menu, ma in che modo? Presto detto!

  1. Andate nelle impostazioni dello smartphone
  2. Tappate su Informazioni sul telefono
  3. Tappate su Informazioni Software
  4. Tappate 7 volte su Versione Build

A questo punto se tornerete nella schermata principale delle Impostazioni, avrete un nuovo menu, ossia Opzioni Sviluppatore.

 

Come trasferire file su Android o installare gli APK

Vi sono tanti modi per trasferire file su Android:

  • Collegando lo smartphone al PC via USB
  • Estraendo la microSD dallo smartphone e collegandola al PC tramite un lettore schede
  • Stabilendo una connessione Wi-Fi tra il PC e lo smartphone 

In alternativa potete anche scaricare i file APK direttamente sul dispositivoAndroid e nel caso dei file compressi installare ad esempio Winzip o Winrar dal Play Store, per poi estrarre il file compresso direttamente dallo smartphone, senza passare per il PC.

 

Ricapitolando dunque, la procedura completa è la seguente:

  1. Scaricate l’app Magisk Manager da QUI
  2. Installate l’app sullo smartphone
  3. Lanciate l’app e tappate su Install
  4. Tappate su Select and Patch
  5. Selezionate il file boot.img che avete trasferito in precedenza 
  6. Trasferire il file magisk_patched.img sul PC, lo trovate nella cartella Download dello smartphone al termine della procedura
  7. Abilitate l’Opzioni Sviluppatore sullo smartphone, vi basterà tappare 7 volte su Numero Build
  8. Tappate su Opzioni Sviluppatore e poi su Sblocco OEM 
  9. Spegnete lo smartphone 
  10. Accendete lo smartphone tenendo premuto il tasto volume su e il power fino a quando non entrerete nella modalità bootloader
  11. Scaricate e installate sul PC questo pacchetto
  12. Trasferite il file magisk dove è situato l’ADB sul PC
  13. Aprite il CMD (prompt dei comandi come amministratori) e raggiungete la directory dove sono presenti i file
  14. Digitate il comando fastboot flashing unlock
  15. Digitate il comando fastboot flash boot path/to/magisk_patched.img
  16. Digitate fastboot reboot

Se tutto è andato come dovrebbe, vi ritroverete i permessi di Root sui Google Pixel 4.  

Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, Ludomedia, InstagramTwitch, Youtube e Mixer  

Nessun commento

Lascia un commento