Il Note 7 esplode? Samsung da la colpa alla produzione della batteria

A distanza di qualche mese, Samsung dopo aver analizzato attentamente la cosa ha deciso di svelare tutto quello che c’è da sapere sulle esplosioni dei Note 7, puntando il dito verso la produzione della batteria. 

Il Note 7 esplode? Colpa di un difetto nella produzione

Le indagini di Samsung si sono concluse ed è emerso che le cause attribuite alle esplosioni dei Note 7 sono dovute ad un processo di produzione non corretto, e quindi a dei problemi sorti durante la produzione delle batterie. Per replicare gli incidenti in modo tale da capire effettivamente le motivazioni che si celano dietro tale evento, Samsung ha sfruttato un enorme laboratorio identificando il problema costruttivo.

Nel primo caso il problema è dovuto alla deformazione dell’elettrodo negativo che ha toccato il positivo, il difetto si è verificato in uno degli angoli (il destro) non permettendo quindi la normale espansione della batteria. Nel secondo caso invece il problema è legato al processo produttivo di scarsa qualità, il materiale isolante utilizzato per la separazione dei poli era troppo sottile o addirittura assente.

Nonostante non siano state citate, le aziende che hanno prodotto le batterie sono Samsung SDI e Amperex Technology.  Samsung ha spiegato in un video che vi riportiamo a fine articolo e nella foto che potete vedere in alto, le misure di sicurezza che verranno adottate nei prossimi modelli per evitare che accada la stessa cosa. Verrà quindi implementato un protocollo che si occuperà di fare maggiori test sulle batterie e quindi un numero di controlli maggiori. 

Il Note 7 è stato ufficialmente ritirato dal mercato e probabilmente non vedrà un nuovo modello in quanto anche se Samsung adotterà sistemi di sicurezza per evitare che accadono problemi simili, i consumatori ci penseranno due volte prima di acquistarlo. La vera motivazione che si cela dietro l’esplosione del Note è da attribuire ad un rapido processo di produzione per contrastare l’iPhone 7, lanciando sul mercato il phablet con largo anticipo senza assicurarsi che sia tutto in regola, e il risultato lo conoscete già.

Molti sono i Note esplosi sopratutto in America al punto tale che molte compagnie aeree hanno proibito e proibiscono tuttora di portare a bordo un Note 7 in quanto potrebbe mettere a rischio la sicurezza degli altri passeggeri. Qualche tempo fa un volo ha subito ritardi nell’atterraggio perchè un simpaticone ha deciso di cambiare il nome della sua rete Wifi in GALAXY NOTE 7, per fortuna si è trattato di un caso isolato che poi è stato risolto.

Vi ricordiamo o informiamo nel caso non lo sappiate, che Samsung attualmente sta lavorando al Galaxy S8, che salvo imprevisti verrà commercializzato entro la primavera, augurandoci che la nota azienda sud coreana faccia tutti i controlli necessari.

Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, Ludomedia, InstagramTwitch, Youtube e Mixer  

Nessun commento

Lascia un commento