Il NOTE 7 potrebbe non volare sugli aerei: Ban in vista per lo smartphone esplosivo?

A causa delle recenti “esplosioni” del Note 7, Samsung si ritrova al centro di una bufera di critiche e prese in giro da parte della concorrenza, ed inutile dire che sulla rete sono trapelate numerose vignette e immagini satiriche come quella che riporta un soldato con in mano il Note 7 intento a lanciarlo come fosse una granata. Ironia a parte, in data odierna ci giunge notizia del possibile BAN del suddetto smartphone dagli aerei per questioni di sicurezza.

galaxy-note-7-faa-ban

Il Note 7 non può volare?

Il Galaxy Note 7 di Samsung potrebbe essere bandito dagli aeroporti, ad affermarlo è stata la Federal Aviation Administration la quale sta valutando se permettere o meno ai passeggeri di portare lo smartphone a bordo, onde evitare possibili esplosioni e quindi incendi ad alta quota. Samsung ha già deciso di rilanciare il dispositivo per riacquistare la fiducia dei consumatori, affermando di aver risolto il problema.

Il lancio avverrà il prossimo mese in nuove colorazioni tra cui Balck Onyx. Pare che la compagnia sud coreana abbia invitato tutti i possessori del Note 7 a riconsegnarlo per avere il nuovo modello ma c’è chi per strane ragioni abbia deciso di non farlo, si pensa per causare danni in camere d’albergo o altrove. Vi ricordiamo che Samsung è disposta a sostituire il modello difettoso con un nuovo GRATUITAMENTE (e ci mancherebbe altro), basta farne domanda e riconsegnare lo smartphone. Entro 2 settimane si riceverà il nuovo con batteria a norma e priva di rischi esplosivi.

Le parole di Samsung in merito a questo spiacevole episodio sono state le seguenti:

Ci teniamo a scusarci sinceramente con tutti i clienti che hanno riscontrato il problema a distanza di poco tempo dall’uscita del prodotto. Dal lancio abbiamo venduto 2,5 milioni di unità e nel caso in cui accadesse qualcosa di simile, gli acquirenti potranno sostituirli con altri prodotti. Abbiamo aperto un’indagine per verificare l’esistenza del problema cercando di capire se si tratta di casi isolati o se vi sono problematiche legate all’infiammabilità della batteria.

La sicurezza dei clienti è una priorità assoluta per Samsung, siamo consapevoli del ritardo e delle conseguenze sul mercato ma quest’azione è necessaria per poter garantire la distribuzione di prodotti di altissima qualità. Non possiamo conteggiare il numero esatto di phablet che andremo a sostituire ma possiamo affermare con assoluta certezza che oltre a costi elevati ci vorranno 2 settimane circa.

Se avete un Note 7 controllate la sua produzione, se appartiene alla Samsung SDI Co (sussidiaria della stessa) allora vi consigliamo di sostituire il dispositivo a causa dei difetti alla batteria, se invece avete quello prodotto dall’ Amperex Technology LTD (ATL) potete stare tranquilli, ma in entrambi i casi una sostituzione è più che consigliata.

Post precedente

Samsung Note 7 esplosivo: Il mistero è risolto

Next Post

Super Mario Run corre su Android dal 2017

Articoli correlati