ZTE Nubia Z5: in arrivo lo smartphone più sottile al mondo

La lotta alla miglior tecnologia offerta torna a fare stragi di scalpore nel tanto invidiato estremo oriente. E’ proprio la Cina la mamma di tutti i terminali Low Cost che potrebbero in un niente stracciare la concorrenza offerta dai grossi brand quali Samsung, Sony o la povera Apple, anche se per quest’ultima non serve ormai molto.

Oggi sono lieto di presentarvi in anteprima un nuovo terminale appartenente ad una nuova elite firmata ZTE. Per chi forse non lo conoscesse, ZTE è il nome del quarto produttore di smartphone al mondo, in netta espansione ai fini di arrivare alla medaglia di bronzo.

Dai meandri dell’estremo oriente, arrivano le prime indiscrezioni su quella che sarà l’elite di punta di questo enorme colosso: Nubia.

Il primo terminale a prendere forma all’interno di tale elite si chiama Z5 ed, a quanto sembra, possiede tutte le carte in regola per insegnare alla concorrenza come creare una vera e propria opera d’arte nel campo dell’Hi Tech mondiale.

Purtroppo non sono molte le indiscrezioni provenienti da fonti attendibili. Per adesso sono poche le features che possiamo egregiamente confermare.

Tra le chicche più attese, adottate da questo nuovo terminale, troviamo in primis un generosissimo display da ben 5 pollici di diagonale, caratterizzato da un’elevata risoluzione.

Ad accompagnare l’esperienza mobile ci penserà un sensore ottico da ben 13 MP, per utilizzare il proprio terminale come una vera e propria fotocamera di elevata qualità e risoluzione grafica.

Come ciliegina sulla torta troviamo uno spessore invidiato anche dal nuovo prodotto marchiato Apple, inferiore dunque ai 7.6 millimetri di spessore del nuovo iPhone 5.

Non basta questo per sotterrare ogni mera forma di concorrenza? Ci pensa un design ultra sottile e minimale, dotato persino di due casse stereo sul posteriore, differentemente dai tanti altri terminali Android che ne presentano appena una. Il prossimo componente della famiglia Nubia by ZTE arriverà nel mercato cinese entro la fine dell’anno e con grosse probabilità, visto già i precedenti, potrebbe persino toccare la nostra penisola ad un prezzo, ahimè, ancora sconosciuto. Stay tuned!

Post precedente

CyanogenMod annuncia la CM 10.1 basata su Android 4.2!

Next Post

Samsung aumenta il costo di produzione dei processori ad Apple!

Articoli correlati