AAKASH 2: dall’India il tablet Android più economico al mondo

Spesso è la forza scaturita da una competizione a creare delle tecnologie a portata di tasca che vanno ad adottare un comparto software ed hardware senza precedenti. Oggi però, il terminale in oggetto in questo articolo non proviene da una sfida con un altro colosso, ma con se stesso, col degno fine di dar vita ad un tablet ultra low cost dal prezzo accessibile a tutti gli studenti della lontana India.

 

Questo meraviglioso compromesso tra prestazioni e prezzo prende il nome di AAKASH 2 e sembra aver infranto ogni barriera del low cost, visto che, grazie ai soldi pubblici forniti all’azienda per raggiungere tale fine, andrà a costare appena 1132 INR (Rupiee indiane) che, pensate un po’, corrispondono a circa 16.30 €!

Il tablet da Guinness World Records, visto lo straordinario rapporto qualità / prezzo, a scapito nettamente del secondo fattore, vanta la seguente scheda tecnica degna sicuramente di nota, visto l’irrisorio prezzo di vendita:

  • Display da 7 pollici capacitivo (supponiamo WVGA)
  • 512MB RAM
  • Processore 1GHz Cortex A8
  • 4GB di memoria
  • microSD
  • USB port
  • Batteria da 3000 mAh

Diversamente da come avremmo potuto pensare visto il prezzo, il comparto hardware vantato da questo super tablet non è affatto male, e si pone addirittura sopra alternative proposte appena qualche mese fa in anteprima sul nostro Bel Paese.

Ad animare un tale concentrato di tecnologia mobile serve il miglior sistema operativo attualmente sul mercato, per questo si è ben scelto di adottare l’OS del colosso di Mountain View, il super prestazionale Android nella versione più fresca in assoluto, 4.0 Ice Cream Sandwich. Ovviamente tale OS è stato ottimizzato a puntino per andare d’accordo con tutte le componenti hardware offerte dal tablet più economico al mondo.

Il nobile progetto ha molto da insegnarci e poco serve a precipitarci tutti in India per acquistarne un Tir visto che il fine non è solo l’espansione dell’azienda, ma la buona riuscita di una richiesta difficile da soddisfare: portare la tecnologia a portata di tutti! Cominciamo a capire quanto dipendiamo da essa e non diamoci più importanza di quanto non ne debba avere. Con le giuste spinte dovrebbero essere questi i prezzi della tecnologia del futuro.

Post precedente

Motorola vs Apple: nuovo spot ironizza le prestazioni dell’iPhone

Next Post

Predators: disponibile sul Play Store il gioco ufficiale dedicato ai predatori

Articoli correlati