Samsung Galaxy Note 10.1: il tablet col pennino

A seguito di un esordio che lo accostava tra uno smartphone ed un tablet, un ibrido chiamato phablet, il Samsung Galaxy Note è pronto a diventare un vero e proprio tablet e lo fa con il Samsung Galaxy Note 10.1. L’azienda sudcoreana ha infatti annunciato l’arrivo del nuovo dispositivo entro la fine del mese di agosto, arricchendo ulteriormente la propria linea di tablet ed offrendo agli utenti un prodotto in grado di candidarsi, con tutte le carte in regola, ad un ruolo di protagonista sul fronte della produttività.

Come il suo predecessore, infatti, il Samsung Galaxy Note 10.1, così come dice il nome stesso, sarà dotato di uno schermo poco più grande di 10 pollici e non mancherà di un pennino mediante il quale sarà possibile migliorare l’input sul display touchscreen. Il tutto possiamo vederlo in azione nel video dimostrativo qui di seguito, pubblicato dalla stessa Samsung, che mette in risalto alcune peculiarità del nuovo tablet, il quale potrà essere comodamente usato come ottimo supporto per la scrittura di documenti. Presente, inoltre, un’utilissima funzione che permette il riconoscimento di quanto scritto e lo tramuta in caratteri formattato nell’apposito font scelto, così da trasformare i propri appunti in veri e propri documenti digitali.

A differenza di quanto mostrato agli utenti dello scorso Mobile World Congress tenuto all’inizio dell’anno, il Samsung Galaxy Note 10.1 non sarà dotato di una CPU dual-core, bensì di un processore quad-core targata Exynos con frequenza di 1.4 GHz di clock per ciascun core. La RAM che supporta il processore ammonta a 2 GB, mentre per l’archiviazione dati saranno commercializzati diversi modelli con tagli da 16, 32 e 64 GB, memoria che potrà essere espansa tramite schede microSD, laddove il il tetto massimo resteranno  comunque i 64 GB. Per quanto riguarda l’ambito della connettività troviamo sia il tradizionale Wi-Fi 802.11 b/g/n che un modulo per la navigazione assistita AGPS e alcuni modelli che saranno dotati anche di connessione 3G. Inoltre, entro i primi mesi successivi al lancio, Samsung prevede di rendere disponibile un’edizione con connettività LTE. Il dispositivo verrà lanciato provvisto del sistema operativo Android 4.0 Ice Cream Sandwich.

Il Samsung Galaxy Note 10.1, insomma, è certamente un tablet di fascia alta che si appresta a giungere sul mercato con addosso l’etichetta di nuovo potenziale concorrente dell’iPad della casa di Cupertino, soprattutto grazie alla disponibilità del sistema di interazione mediante pennino e, qualora quest’ultimo dovesse rivelarsi particolarmente efficiente, rappresenterebbe di certo un’importante novità per l’intero settore, ove fino ad oggi i principali tentativi di utilizzare un simile sistema di input non hanno fornito i risultati sperati. Senza dimenticare che prossimamente verrà anche sveltato in nuovo Galaxy Note 2, il Samsung Galaxy Note 10.1 sarà commercializzato entro la fine del mese di agosto, dapprima in Germania, Corea, Stati Uniti e Gran Bretagna e nei mesi successivi nel resto delle nazioni. Ancora alcuna notizia ufficiale sul prezzo di lancio del tablet della casa sudcoreana, seppur alcune indiscrezioni dicono che il prezzo del modello con il taglio di memoria più basso potrebbe aggirarsi intorno ai 599 euro, costo, anch’esso, che lo equipara all’iPad di Apple.

Post precedente

Guida al root del Samsung Corby i5500

Next Post

Archos Elements: tablet Android a basso costo basati sull’ecosistema Google Play

Articoli correlati