Video professionali con smartphone: consigli e suggerimenti

È possibile realizzare video professionali con lo smartphone? Certo che sì! Ovviamente dalla teoria alla pratica c’è di mezzo lo studio delle tecniche di ripresa e, soprattutto, la conoscenza di post-produzione e montaggio ma, con qualche accorgimento, è possibile ottenere buoni risultati a partire dal tuo smartphone. Vediamo tutto quello che c’è da sapere.

Le specifiche tecniche della fotocamera

La prima cosa da fare è aprire la fotocamera e prendere dimestichezza con le impostazioni che offre per registrare video. Le informazioni più importanti riguardano l’ampiezza dello schermo che, solitamente, è suddivisa in Full Screen, 9:16 e 1:1.

Il formato full è idoneo alle riprese panoramiche con smartphone tenuto in posizione orizzontale mentre gli altri due sono ideali per i social, a telefono verticale. Entrando tra le impostazioni troverai anche la possibilità di impostare le dimensioni del video, per il quale trovi i seguenti formati:

  • Full HD 1920×1080
  • HD 1280×720
  • Intero 1920×886
  • 1:1 1072X1072

Funzioni ed extra da usare con moderazione

Ogni smartphone Android possiede una specifica dislocazione delle impostazioni ma, generalmente, tutti offrono la possibilità di usare la griglia per inquadrare meglio il soggetto e alcune altre funzioni come flash, filtri ecc. Noi ti sconsigliamo di usare filtri e zoom e di prediligere sempre la luce naturale, dove è possibile.

Altra caratteristica importantissima per un video di qualità è l’audio che può essere considerato un elemento chiave. Dovrai prestare attenzione che non ci siano eccessivi rumori di sottofondo e che il parlato sia registrato in modo chiaro e vivido. In alternativa puoi usare dei microfoni ma, se non li possiedi, puoi sfruttare le cuffie dello smartphone. Considera che un video con qualità audio mediocre è spesso destinato ad essere un bel flop!

Riprese stabili e ben centrate

Per creare un video professionale ci vogliono anche delle riprese stabili, con inquadrature pensate ad hoc per dare centralità al soggetto. Quindi location e ambientazioni dovranno essere curate nei minimi dettagli ma, ovviamente, anche la qualità del girato farà la differenza tra un video scadente ed uno ben girato. Se non hai una presa ferma e stabile potresti aver bisogno di un treppiedi o, comunque, di poggiare il telefono su una superficie.

Ecco perché dovresti sempre usare la griglia per la ripresa, in modo che questa ti aiuterà a tenere la videocamera dritta, evitando di provocare la nausea agli spettatori! Le riprese centrate e stabili comprendono anche il giusto orientamento dello smartphone che ti abbiamo anticipato poc’anzi.

Se ti lasci guidare dalle impostazioni di Android sia quello verticale che quello orizzontale andranno bene. Considera sempre dove pubblicherai il video perché, per i social più recenti, per esempio sono preferiti i video girati in verticale. Tutto dipende anche dal soggetto, dall’obiettivo del video e dal tipo di ripresa che intendi perfezionare. Se non sei convinto dei risultati, quindi, fai qualche tentativo ma ricorda di girare tutte le clip con il medesimo orientamento.

L’editing e la post-produzione

Infine dovrai passare al montaggio che è forse la fase più complessa di tutta la realizzazione. Potrai affidarti alle app per Android disponibili su qualsiasi smartphone combinandole con software come quelli che trovi su questo sito per modificare un video mp4. Questo genere di programmi consente di imparare come tagliare un file MP4 e per mixare o accorciare le clip girate e unirle tra di loro. Effettivamente imparare come tagliare un video MP4 è un gioco da ragazzi, perché avviene in modo del tutto automatico proprio grazie ai software di cui ti abbiamo appena parlato.  

Il formato MP4 è uno dei più diffusi e il motivo risiede nel fatto che è compatibile con la gran parte di computer, smartphone e dispositivi. Si può usare anche sul web per cui è il formato suggerito su piattaforme popolarissime come YouTube e Facebook.

Le app e i programmi di editing video presenti online permettono di editare, migliorare e ottimizzare le clip video, intervenendo anche sul colore, sul peso del file e sulla qualità dell’immagine. Sono programmi davvero ben fatti, grazie ai quali potrai dare vita alla tua creatività e al tuo estro. Magari all’inizio farai un po’ di fatica per apprenderne il funzionamento ma vedrai che dopo pochi utilizzi sarà sempre più facile tagliare, editare e modificare video MP4. Come per tutte le cose, dopotutto, ci vuole pur sempre un po’ di pratica.

Post precedente

Redmi K40, K40 Pro e K40 Pro+ annunciati

Next Post

WhatsApp: Torna la truffa del codice a 6 cifre

Articoli correlati