Dispositivi Android e VPN: un connubio indispensabile

Nell’era digitale moderna, le possibilità di connessione per il proprio smartphone o tablet Android sono pressoché illimitate. Camminando per strada in una città, infatti, è possibile imbattersi in decine, se non centinaia, di hotspot Wi-Fi pubblici e privati. Quasi ogni ristorante, bar, ufficio, scuola offre una connessione, più o meno accessibile al pubblico. Inoltre, la rete dati mobile permette di restare online in quasi ogni angolo del pianeta.

Tutte queste opzioni di connessione sono senza dubbio un vantaggio enorme per l’uomo contemporaneo, tuttavia, nascondono delle insidie pericolose e spesso sottovalutate. Furti e perdite di dati si verificano quotidianamente, per questo è importante che sappiate come proteggere voi stessi e il vostro dispositivo con una VPN Android compatibile.

Che cos’è una VPN?

Una VPN, acronimo di Virtual Private Network, è una tecnologia che permette di camuffare la connessione del proprio dispositivo, a prescindere che utilizzate Wi-Fi o rete dati mobile. Il provider VPN, attraverso uno o più server, vi permette di nascondere il vostro indirizzo IP reale e di conseguenza tutti i dati ad esso correlati come luogo, dispositivo, browser e rete a cui siete connessi.

Inoltre, spesso la connessione virtuale privata offre dei protocolli di crittografia, che permettono di criptare tutti i dati in entrata e in uscita dal device, rendendoli inaccessibili a criminali e malintenzionati, oltre che a firewall e strumenti di monitoraggio e controllo adottati da agenzie pubblicitarie e governative.

Per capire come tutto questo sia possibile, vi basta pensare alla VPN come se fosse un “tunnel”, in cui far passare tutti i vostri dati. Questi dati non sono più accessibili dall’esterno, tuttavia sono noti al fornitore del servizio, motivo per cui è fondamentale affidarsi soltanto a società affidabili e testate.

Perché usare una VPN per Android: pro e contro

Come potete immaginare, i motivi per cui scegliere di installare una VPN sul vostro dispositivo Android sono tanti, tuttavia, qui potete trovare due delle motivazioni principali:

  • Protezione da furti e maggiore privacy. Si tratta del motivo primario per cui sono nate le VPN. Questa tecnologia, infatti, è stata sviluppata proprio per condividere dati aziendali altamente sensibili senza rischiare che potessero essere visti da occhi indiscreti. Date le potenzialità di questa tecnologia, l’uso esclusivamente aziendale si è ampliato raggiungendo anche persone comuni e privati attenti alla propria sicurezza online
  • Accesso a contenuti web geo-limitati. Questa è una conseguenza diretta dell’utilizzo di server sparsi sul pianeta. Una volta connessi a un server, infatti, il vostro IP viene camuffato e sostituito con l’IP di un server. Per questo motivo, risultate geograficamente connessi dalla nazione in cui è posizionato il server, eludendo la geolocalizzazione del vostro dispositivo.

L’uso di questa tecnologia su dispositivi Android comporta anche degli inconvenienti, come:

  • Rallentamento minimo della connessione dati. Una rete privata virtuale provoca sempre un rallentamento della propria connessione. L’entità del rallentamento dipende da fornitore di rete, dispositivo e connessione utilizzata, oltre che da distanza ed efficienza del server a cui ci si connette.
  • Incompatibilità con gli aggiornamenti. Miglioramenti e aggiornamenti dei dispositivi Android sono all’ordine del giorno. Nonostante ciò, lo stesso non si può dire per le VPN. Potrebbe capitare che il vostro smartphone o tablet diventi improvvisamente incompatibile con l’applicazione scelta fino all’aggiornamento della stessa, che potrebbe richiedere anche mesi.

Virtual Private Network e dispositivi Android: per noi è sì!

I vantaggi offerti dall’installazione di una VPN sul proprio dispositivo Android sono di gran lunga superiori rispetto ad alcuni piccoli inconvenienti a cui si potrebbe incorrere, spesso risolvibili scegliendo un provider differente.

Per proteggere il vostro smartphone o tablet Android e navigare sul web realmente senza limiti, vi consigliamo di affidarvi una VPN.

Post precedente

Xiaomi Mi 9 SE si aggiorna alla MIUI 10.3.4.0: Le novità e migliorie introdotte

Next Post

Samsung annuncia il Galaxy Note 10

Articoli correlati