Il 3D arriva sugli smartphone Android: ecco tutte le novità

Velocità, innovazione e semplicità. La rivoluzione 3D sbarca finalmente su Android. Con il nuovo anno il sistema operativo per dispositivi mobili mette a disposizione dei suoi clienti il 3D Touch.

Una piccola rivoluzione per i tanti che da tempo l’aspettavano. Il punto di forza della nuova tecnologia di casa Android è fornire un accesso più rapido alle opzioni e azioni comuni con un numero inferiore di “tap”. Basterà una pressione più lunga sullo schermo e il gioco è fatto. Una caratteristica evolutiva del sistema operativo che porterà diversi vantaggi e consentirà di velocizzare buona parte delle azioni che svolgiamo con il nostro smartphone.

android

La prima applicazione a usufruire della novità è Instagram: da qualche giorno pubblicare le proprie foto non è mai stato così coinvolgente. L’ultima versione su Android della famosa app consente infatti di tener premuto il dito su un’immagine per ottenere un’anteprima della fotografia, da cui poter segnalare un “mi piace”, osservare il profilo o condividere l’immagine, azione finora conosciuta solo dai possessori di iPhone 6s e iPhone 6s Plus come “Peek”. Nei dispositivi Android, però, si è sostituita la forza con la durata della pressione. La versione 7.13.0 dell’applicazione simula il 3D Touch originale degli altri dispositivi sfruttando i tempi di pressione sul display. Grazie a quest’idea, anche gli smartphone che non sono sensibili all’intensità della pressione possono sfruttare la novità. Basterà ad esempio premere per qualche secondo sull’anteprima della foto per zoomarla immediatamente e spostare il dito dal centro dello schermo per farla tornare alle dimensioni originali. Trasportando il dito da un’immagine al menu, inoltre, si potrà scegliere una delle opzioni offerte senza dover aprire la foto. Anche la definizione degli effetti, infine, risulterà migliore grazie al feedback tattile.

Gli sviluppatori dell’app sono dunque riusciti a sfruttare al massimo le caratteristiche del display per simularne al meglio il funzionamento. Dopo diversi mesi di sperimentazione si sono resi conto che in realtà non era necessario un touchscreen sensibile alla forza per visualizzare un’immagine, bastava semplicemente tenerlo premuto più a lungo.

E questa non è l’unica novità del 2016. Presto, infatti, sarà disponibile l’aggiornamento del nuovo sistema operativo Android 6.0.1 Marshmallow anche per i possessori di un Samsung Galaxy S6. L’ultima versione del sistema operativo di Google è uscita già da qualche tempo, ma chi possiede uno smartphone della Samsung sta aspettando che l’azienda sudcoreana rilasci l’aggiornamento per i suoi dispositivi, cosa che a quanto pare avverrà a stretto giro.

Insomma un 2016 che si prospetta ricco di novità per il sistema operativo di casa Google presente ormai sul mercato degli smartphone con una quota vicina all’80%, 1,4 miliardi di dispositivi in tutto il mondo e una costante crescita in borsa. Dopo la riorganizzazione societaria, le azioni Google – ora Alphabet – continuano infatti la lunga serie di ottime performance con il prezzo ragguardevole di 762,37 dollari l’una e un +1,32%.

Post precedente

Come ottimizzare Android

Next Post
Xiaomi Redmi 3

Xiaomi Redmi 3: lancio previsto il 12 gennaio, ora è ufficiale

Articoli correlati