HomeOfferte TelefoniaeSim TIM disponibili in Italia – Cosa sono e come funzionano

eSim TIM disponibili in Italia – Cosa sono e come funzionano

Le eSIM di TIM sono disponibili anche in Italia, ma cosa sono e come funzionano? Si tratta di SIM virtuali o meglio dire digitali, le quali prendono il posto della SIM tradizionale, quindi non vanno più inserite fisicamente nello smartphone ma il funzionamento avviene attraverso la scansione di un codice.  

eSIM TIM da oggi in ITALIA 

TIM è lieta di annunciare l’arrivo in Italia delle eSIM, che naturalmente sono per ora compatibili solo con specifici smartphone.  Come anticipato le eSIM sono SIM virtuali che non vanno inserite nello smartphone, vi basterà scansionare il codice QR fornito dal negoziante.

Lo smartphone in possesso dell’apposita tecnologia permetterà il funzionamento della eSIM senza l’introduzione della stessa tramite supporto fisico. Attualmente i dispositivi compatibili sono gli iPhone, Google Pixel, Samsung Galaxy Fold e Motorola RAZR. 

Inutile dire che potete trasformare un qualsiasi smartphone in un Dual SIM semplicemente aggiungendo una SIM fisica. Se cambierete smartphone in futuro e avrà il supporto eSIM potrete trasferire la stessa velocemente, grazie alla sola scansione del codice QR.

La mancanza della SIM fisica permetterà comunque la sua tracciabilità da parte del produttore, anche in caso di furto o smarrimento. I malintenzionati non potranno più estrarre la scheda con il numero di cellulare per appropriarsi di uno smartphone rubato, in quanto quest’ultimo sarà legato virtualmente alla eSIM

Potete acquistare le eSIM di TIM come una qualsiasi SIM fisica recandovi al negoziante. Non riceverete la SIM fisica ma il codice QR che dovrete poi scansionare per aggiungere la scheda virtuale allo smartphone. Il prezzo per la nuova eSIM di TIM è di 15 euro.  

Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, Ludomedia, InstagramTwitch, Youtube e Mixer  

Nessun commento

Lascia un commento