Il Malware SpyNote è tornato ed è più letale che mai

E’ risaputo che Android è un sistema operativo tutt’altro che sicuro, che come ogni altro purtroppo a volte è afflitto da malware, trojan, spyware e virus vari, pronti ad infettare i dispositivi per recare danni di ogni sorta. Quest’oggi vogliamo parlarvi del ritorno del Malware SpyNote.

SpyNote è tornato: Attenti al Malware

Secondo un recente report degli specialisti della sicurezza ThreatFabric, il malware SpyNote o SpyMax, risalente a diversi anni fa, sembrerebbe essere tornato negli ultimi mesi del 2022. La nuova versione prende il nome di CypherRat ed è in grado di combinare le funzionalità di spionaggio di SpyNote a quelle dell’accesso remoto, posizione GPS, stato del dispositivo, aggiornamenti delle attività ed ovviamente furto dei dati bancari e credenziali varie della vittima.

Il Malware ha iniziato a diffondersi tramite canali Telegram privati, il codice sorgente è stato pubblicato anche su GitHub, dando modo a chiunque di scaricarlo, modificarlo ed ovviamente diffonderlo in altri modi. Tra le vittime della minaccia compaiono ovviamente banche come HSBC e Deutsche Bank oltre ad app quali Netflix, WhatsApp, Facebook ed altre note, in grado di assumere le sembianze e funzionalità di app ufficiali, come un Trojan.

Il Malware richiede come di consueto l’accesso ad Android per installare le applicazioni infette, dopo di che è in grado di intercettare gli SMS, aggirare l’autenticazione a due fattori, spiare le chiamate, registrare audio e video, inviare informazioni personali ad un server remoto ed altro ancora. Vi invitiamo a prestare molta attenzione a cosa scaricate e installate sul vostro dispositivo, evitando le cosiddette Sorgenti Sconosciute, vale a dire apk esterni al Play Store, oltre ad avere un buon antivirus installato e conservare dati personali in un luogo sicuro, infine ad attivare il 2fa.

Post precedente

Samsung Electronics annuncia il nuovo smartphone Galaxy A14 5G

Next Post

Come creare e condividere Memoji su WhatsApp

Articoli correlati