OK Google: Ecco il modo corretto di utilizzarlo

Nel nostro articolo Come usare OK Google vi abbiamo illustrato tutto quello che c’è da sapere sull’assistente vocale di Google, tuttavia ancora oggi a distanza di tempo dal lancio non tutti sanno una cosa.

OK Google: E’ davvero necessario usarlo in questo modo?

Chi non ha mai utilizzato l’OK Google per lanciare un’applicazione o nella domotica? L’assistente di Google può essere usato in modi che nemmeno immaginate, come ad esempio per accendere le luci di un’abitazione, rispondere al telefono, riprodurre musica dallo speaker e cosi via dicendo.

C’è però una cosa che magari molti non sanno, ossia che non è necessario attendere diversi secondi prima di impartire all’assistente il comando dopo aver pronunciato OK Google. Dite la verità, siete anche voi tra gli utenti che dopo aver detto OK Google attendono per dire il comando? A quanto pare non è necessario.

Ebbene si, se dunque volete che l‘assistente vocale di Google esegua una specifica operazione, vi basterà dire OK Google accendi luce, ad esempio. Non dovete attendere qualche secondo, anche perchè in questo modo rischiate che Google non riconosca più il comando e quindi non esegua l’istruzione richiesta. Non dovete fare nulla, non ci sono opzioni da abilitare o procedimenti da fare, semplicemente l’assistente è in grado di eseguire comandi pronunciati in sequenza.

Post precedente

Telegram come funziona: Download, Registrazione, Configurazione e Utilizzo

Next Post

Nokia 1.4 è il dispositivo perfetto per la famiglia

Articoli correlati