eSIM: Cosa sono e come funzionano

Se non sapete cosa sono le eSIM, siete nel posto giusto. In questo articolo vi spiegheremo come funzionano e quali operatori supportano. Sono tipi di sim già attive sulla maggior parte degli Smartphone Top di Gamma che si ritrovano con questo nuovo tipo di sim virtuali abbandonando le classiche fisiche a cui siamo abituati.

Cosa sono le eSIM

Le eSIM (embedded Subrisber Identity Model) che significa in italiano “Scheda telefonica a circuito integrato” , sono le nuove schede telefoniche che verranno man mano inserite i telefoni che saranno sprovvisti di apposito slot per la sim. Si tratta di sim virtuali che non verranno inserite all’interno dello Smartphone, ma saranno legate strettamente all’operatore in uso. Infatti il chip che solitamente è presente su tutte le sim telefoniche, sarà già inserito all’interno del telefono che potrà essere riprogrammato e si collegherà all’operatore scelto. Avrà lo stesso funzionamento del chip NFC utilizzato per i pagamenti, infatti non servirà sostituire la sim o il telefono, ma si modificherà ogni volta che cambierete l’operatore telefonico. E il tutto potrete farlo in totale autonomia, direttamente dal sito web dell’operatore o tramite applicazione apposita.

I vantaggi di una scelta virtuale rispetto a quella fisica non è solo la comodità di non disporre della schedina, ma quando di consentire ai produttori di telefono, di poter utilizzare quello spazio per altre cose. Inoltre questo permette anche di realizzare telefoni molto piccoli, estremamente compatti e leggeri per chi non vuole avere pesi magari mentre si fa sport. Inoltre la comodità sta anche nel poter passare da un operatore all’altro con semplici click da fare da app e computer, senza la necessità di avere tutte le carte di una scheda che vanno fatte presso i punti vendita. Insomma, sarete più liberi di passare da un operatore all’altro e sarà tutto digitale.

eSim e smartphone supportati

La prima a sviluppare la tecnologia delle eSIM è stata Apple inserendo questo sistema già nel 2018 su iPhone XS, iPhone XR e successivamente inserendola anche sull’Apple Watch serie 4 e di recente anche nell’iPAD pro. Nel 2018 anche Google con i suoi Pixel 3 e Pixel 3XL aveva adottato la stessa tecnologia implementando i suoi telefoni con le SIM telefoniche virtuali.

Ma ora anche Samsung e Motorola hanno provveduto a realizzare alcuni tra gli Smartphone più nuovi con le eSIM e in particolare modo nei costosissimi Galaxy Fold, Galaxy Flip Z e l’ultimo Galaxy S20. Per quanto riguarda Motorola, il modello Razr funziona esclusivamente con la eSIM.

eSIM e operatori supportati

Al momento non tutti gli operatori sono abilitati ad attivare schede virtuali almeno in Italia perché in Europa è già funzionale da un po’ di tempo. Infatti al momento gli unici che permettono questo tipo di abilitazione virtuale sono TIM e Wind Tre. Per poter attivare la scheda virtuale, basterà acquistare, tramite l’utilizzo di un QR code, un codice di attivazione collegato ad un numero telefonico. Ovviamente verrà rilasciato Pin e Puk come una normale scheda fisica.

eSIM in via di definizione

Sicuramente le eSIM saranno implementate, presto o tardi, su tutti gli Smartphone che avranno l’opportunità di poter accedere a questa nuova tecnologia. Sicuramente per passare definitivamente a questo nuovo standard, trascorrerà qualche anno, anche perché i telefoni in uso, almeno i basso gamma e medio gamma, ne sono sono sprovvisti. I nuovi telefoni sicuramente avranno implementata questa nuova funzione e seguiranno le orme di quei telefoni che già ne fanno uso da un paio d’anni. Staremo a vedere!

Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, LudomediaInstagram

Nessun commento

Lascia un commento