Google lancia Fabricius: Da oggi è possibile tradurre i Geroglifici

Se siete degli aspiranti Indiana Jones o Lara Croft e quindi la vostra intenzione è quella di diventare archeologi, allora l’app di cui vogliamo parlarvi oggi potrebbe fare al caso vostro.

Google colpisce ancora, questa volta offre la possibilità di tradurre i geroglifici con Fabricius, la quale prende il nome dal bibliografo Johann Albert Fabricius che era in grado appunto di tradurre i geroglifici.

Tradurre i geroglifici con Google Fabricius

Fabricius è stata sviluppata partendo da un progetto open source, il quale sfrutta l’intelligenza artificiale per decodificare il sistema di simboli usato nell’antico Egitto, rendendolo leggibile a tutti.

L’app consente di inviare dei messaggi ai propri amici e parenti dopo averli tradotti o ricorrere ad alcune funzionalità aggiuntive. Fabricius si suddivide in Impara, Gioca e Lavora.

Con Impara è possibile cimentarsi in attività creative ed educative, Gioca consente di divertirsi imparando allo stesso tempo, ciò rende Impara e Gioca due sezioni che vanno a braccetto, mentre Lavora è rivolta a chi necessità di qualcosa di più serio.

L’apprendimento avviene in 6 passaggi, i quali illustrano all’utente la storia dei geroglifici e come si leggono. Nei giochi è possibile tradurre parole e messaggi dall’egiziano all’inglese, mentre con il Lavora si ha la possibilità di decodificarli nel dettaglio sfruttando il machine learning.

Google paragona i geroglifici agli attuali emoji, i quali venivano utilizzati all’epoca dell’antico Egitto per arricchire i discorsi. Lo strumento è stato pubblicato anche su Github ed è essendo open source è alla portata di chiunque desidera modificarlo o migliorarlo.

Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, LudomediaInstagram

Nessun commento

Lascia un commento