FakeSpy: Il malware delle Poste torna a mietere vittime

Se ci seguite da tempo, sapete che spesso vi segnaliamo l’esistenza di Malware per Android, ed oggi vogliamo iniziare la settimana proprio con una nuova minaccia che si sta aggirando per la rete, anche se non è del tutto esatto parlare di nuova, essendo una versione “migliorata” o potenziata che dir si voglia, di un vecchio malware, il suo nome è FakeSpy.

FakeSpy: Il malware torna su Android, ecco come funziona

FakeSpy è un malware scoperto da alcuni ricercatori esperti in sicurezza online ben 3 anni fa, tornato dopo diverso tempo per mietere nuove vittime, ma in che modo? presto detto.

Il malware è stato sviluppato allo scopo di impadronirsi delle credenziali di accesso, numeri di carte di credito con i relativi codici, contatti presenti in rubrica, tutte le informazioni personali che possono essere utilizzate a proprio vantaggio dai suoi creatori.

Il malware è specialmente diffuso in Cina, Francia, Germania, Regno Unito e Stati Uniti, ma potrebbe giungere anche in Italia, se non è già attivo in questi giorni. Ma come funziona? In che modo attacca le vittime?

In altre parole il Malware invia alla vittima un finto SMS, nel quale informa l’utente del tentativo di consegna di un pacco non andato a buon fine, allegando al messaggio un link malevolo per il tracciamento del pacco in questione, che naturalmente non esiste.

Tappando sul link viene scaricata e installata un’applicazione malevola, la quale invierà poi il suddetto SMS a tutti i contatti presenti in rubrica, di conseguenza recherete danni non solo a voi ma anche ad altri. Qualora riceviate un qualsiasi SMS di questo tipo, cestinatelo.

Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, LudomediaInstagram

Nessun commento

Lascia un commento