Attenti alla nuova truffa sui pacchi in giacenza

In questi 2 mesi e mezzo di quarantena a causa del Coronavirus, quanti di voi si sono affidati all’e-commerce come Amazon per l’acquisto di alimenti, medicine, capi d’abbigliamento ed altro?

Corrieri e servizi postali hanno subito l’inevitabile rallentamento, ciò ha portato a lunghi periodi di attesa prima di ricevere un pacco o addirittura blocchi degli stessi nel peggiore dei casi.

C’è chi ne ha approfittato per tirare su una nuova truffa segnalata dalla Polizia Postale che viene diffusa tramite SMS e che vi riportiamo in questo articolo.

Nuova truffa sui pacchi in giacenza

Il messaggio recita quanto segue:

SI RICHIEDE DI VERSARE 2 EURO PER SBLOCCARE IL PACCO IN SPEDIZIONE, INSERENDO TUTTI I DATI DELLA CARTA DI CREDITO

Inutile dirvi che si tratta dell’ennesima truffa mirata a impadronirsi non solo dei 2 euro ma di dati sensibili ed ovviamente i dati della carta di credito.

I pacchi potrebbero subire blocchi o rallentamenti a causa del Coronavirus? probabile, ma non verranno di certo sbloccati pagando una qualsiasi quota o fornendo i dati della propria carta di credito. Diffidate da qualsiasi SMS di questo tipo.

Amazon di recente ha iniziato a spedire nuovamente gli articoli che prima venivano catalogati come non di prima necessità, ma ci vorrà del tempo prima che le consegne ritornino a pieno regime, anche per gli utenti Prime.

Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, LudomediaInstagram

Nessun commento

Lascia un commento