WhatsApp a pagamento? Verità o ennesima bufala?

WhatsApp diventa a pagamento, o forse dovremmo dire torna a pagamento, questa è la notizia che sta circolando sulla rete in quest’ultimo periodo, ma c’è un fondo di verità o si tratta dell’ennesima bufala?

Forse potrebbe interessarvi Come spiare WhatsApp: spiare conversazioni Whatsapp di un’altro?

Profili WhatsApp a pagamento a causa del Coronavirus

Secondo le ultime voci di corridoio, l’utilizzo eccessivo della rete e quindi dei dati su WhatsApp a causa della quarantena da Coronavirus, avrebbe portato Mark Zuckerberg a prendere la decisione di rendere WhatsApp nuovamente a pagamento, al fine di offrire un servizio migliore.

Pagando WhatsApp sarà possibile consolidare il servizio offrendo una qualità superiore, attraverso nuovi server ed espansione di quelli attualmente in uso. Ovviamente si tratta dell’ennesima bufala che oltre a non avere alcuna conferma e certezza alle spalle, infetta i terminali delle vittime attraverso il classico link malevolo.

Pare che un messaggio stia circolando su WhatsApp che invita gli utenti a cliccare o tappare su un link per aderire alla protesta che impedirebbe a WhatsApp di diventare a pagamento. Non cliccate e non diffondete, si tratta di una bufala. WhatsApp resterà gratuito per sempre, supportato da annunci pubblicitari? possibile, ma non diventerà nuovamente a pagamento.

Per quanto riguarda le pubblicità invece non si tratta di una Fake News, il Messenger sta prendendo seriamente in considerazione l’ipotesi di monetizzare con dei banner nelle Storie o Status degli utenti, ma per ora si tratta di un’idea e nulla di concreto. 

Post precedente

Samsung estende la garanzia dei prodotti in scadenza

Next Post

Oppo annuncia lo smartphone Ace2

Articoli correlati