Bluetooth pericoloso per la salute?

Vi siete mai chiesti se il Bluetooth è pericoloso per la salute? Soltanto ieri vi abbiamo parlato del Bluetooth 5.0, per cui è lecito porsi la domanda se con il progredire della tecnologia aumenta anche l’eventuale pericolosità della stessa.

Come sapete il Wi-Fi così come la connettività 5G sono potenzialmente dannosi per la salute, dopotutto si parla pur sempre di radiazioni no? Ma Il Bluetooth invece? Al giorno d’oggi numerosi sono i dispositivi presenti sul mercato che utilizzano la suddetta connettività, da auricolari a speaker ad altri hardware.

Il Bluetooth è pericoloso oppure no?

Se disponete di uno smartwatch o smarband sarete sicuramente a contatto con il Bluetooth la maggior parte del giorno, dopotutto questi dispositivi comunicano con lo smartphone proprio attraverso una connettività senza filo.

Il Bluetooth non è pericoloso e non fa male alla salute in quanto l’intensità del suo campo è minore rispetto al Wi-Fi. Il Bluetooth si suddivide sostanzialmente in 4 classi, le quali variano in potenza di segnale e portata.

Le classi 2, 3 e 4 hanno intensità minima mentre la classe 1 può avvicinarsi alle emissioni di un telefono cellulare, tuttavia si parla pur sempre di dispositivi non nocivi per la salute, anche per quanto riguarda gli auricolari o cuffie.

Le radiazioni emesse non sono sufficienti e intense per essere assorbite dal corpo umano. Stando a quanto affermato dall’Unione Europea, il livello massimo di valori SAR deve superare i 2 W/kg per risultare nocivo, quello Bluetooth si aggira tra i 0,001 e 0,250 W/kg, una cifra decisamente irrisoria  non trovate? 

I principali produttori di auricolari, cuffie Bluetooth o di altri dispositivi effettuando svariati test prima della commercializzazione del prodotto, in modo tale da mantenere l’intensità molto bassa da non risultare nociva per la propria salute. 

La conclusione dunque è che gli auricolari Bluetooth non sono pericolosi alla salute, piuttosto evitate di rimanere minuti se non addirittura delle ore con lo smartphone vicino la testa, utilizzate al massimo un auricolare via cavo oppure il vivavoce se non disponete di quelli Bluetooth.

Potete dunque utilizzare smartwatch, smartband, auricolari, cuffie ed altri dispositivi Bluetooth a cuor leggero, a patto naturalmente che siano realizzati in base allo standard di cui vi abbiamo parlato, ossia che il livello di radiazioni non solo è al di sotto del valore descritto ma è così irrisorio che il corpo umano non è in grado di assorbirli.

Se trascorrete ore con il telefono accanto all’orecchio, le radiazioni e il tempo di esposizione è così alto da permettere al corpo di assorbire provocando danni alla propria salute, acquistate un auricolare Bluetooth qualora per questioni lavorative o altro siete costretti a restare al telefono più del dovuto.

Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, Ludomedia, InstagramTwitch, Youtube e Mixer  

Nessun commento

Lascia un commento