Nuove truffe Ping Call – Come stare attenti ed evitare di essere truffati

Una delle truffe telefoniche più in voga di quest’ultimo periodo è indubbiamente il Ping Call, chiamate provenienti da Tunisia (+216), Moldavia (+373), Kosovo (+383), Bielorussia (+375), Lettonia (+371) e Tanzania (+ 255).

Attenti alle truffe Ping Call

La truffa in questione inizia con un semplice squillo. Il fenomeno del Ping Call è molto utilizzato ultimamente per mietere vittime e rubare il credito telefonico. Purtroppo il pericolo è in agguato anche in Italia, a lanciare l’allarme è stato l’Adiconsum Emilia Centrale, associazione che si occupa della difesa dei consumatori.

Centinaia sono le segnalazioni ricevute nell’ultimo mese. I numeri o meglio dire prefissi sopracitati effettuano uno squillo alla vittima, alcuni vedendo un prefisso straniero non gli danno molta importanza, altri invece purtroppo richiamano il numero per conoscere di chi si tratta, a questo punto la chiamata viene trasferita ad un servizio che prosciuga il credito in pochi secondi.

Si parla di 1,50€ per ogni secondo di conversazione. Se avete una carta ricaricabile il credito vi verrà prelevato in pochi secondi, se invece avete un abbonamento rischiate di trovarvi una bolletta estremamente pesante da pagare.

Il Ping Call può accedere al concorrente della vittima per prelevare dati, informazioni personali e denaro. Nonostante in passato alcuni prefissi erano stati bloccati dalle autorità competenti, pare che il giro si sia esteso ad altri paesi.

Il nostro consiglio dunque è quello di bloccare i suddetti numeri qualora riceviate una chiamata, di non rispondere e naturalmente richiamarli. 

Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, Ludomedia, InstagramTwitch, Youtube e Mixer  

Nessun commento

Lascia un commento