HomeAndroid NewsGoogle Stadia: Giochi GRATIS ad abbonamento scaduto, come funziona?

Google Stadia: Giochi GRATIS ad abbonamento scaduto, come funziona?

Da qualche giorno Google Stadia è ufficialmente disponibile per tutti gli abbonati Pro, ossia per coloro che hanno acquistato la Founder’s Edition ma aprirà prossimamente i battenti anche a tutti gli altri.

Una delle domande che è lecito porsi è “se mi scade l’abbonamento Google Stadia, posso continuare a giocare ai giochi GRATIS che mi sono stati regalati?” Scopriamolo insieme! 

Google Stadia: Giochi GRATIS ad abbonamento scaduto

Sul sito web ufficiale sono riportate le seguenti FAQ:

Se interrompi il tuo abbonamento Stadia Pro, non avrai più accesso ai giochi che hai richiesto durante il periodo di validità dell’abbonamento. Se in un secondo momento riattiverai Stadia Pro, riavrai accesso a tutti i giochi Pro richiesti in passato, ma non potrai richiedere retroattivamente eventuali giochi offerti mentre il tuo abbonamento era sospeso perché non sono più disponibili.

Se interrompi il tuo abbonamento Stadia Pro e lo riattivi, puoi mantenere i progressi raggiunti nei giochi relativi all’abbonamento Stadia Pro precedentemente sbloccati e nei contenuti aggiuntivi che hai sbloccato o acquistato in precedenza. Inoltre, se in precedenza avevi deciso di interrompere l’abbonamento Stadia Pro, puoi acquistare singoli giochi e riprendere dai progressi fatti.

In altre parole proprio come avviene su Playstation 4, ad abbonamento scaduto non potrete più lanciare i giochi gratis, cosa che naturalmente non avviene per i giochi regolarmente acquistati.

Quindi l’abbonamento vi permette di accedere a tutti i contenuti previsti tra cui i giochi GRATIS, non appena deciderete di non rinnovare e quindi farete scadere l’abbonamento, perderete anche i giochi di cui siete stati omaggiati. 

Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, Ludomedia, InstagramTwitch, Youtube e Mixer  

Nessun commento

Lascia un commento