HomeAndroid NewsNVIDIA supporterà Google Stadia con la nuova Shield TV

NVIDIA supporterà Google Stadia con la nuova Shield TV

Entro la fine dell’anno arriverà Stadia, la nuova piattaforma di Google per il gioco in Streaming, la quale sarà accessibile da qualsiasi dispositivo munito di Display, per tanto non avrà un hardware casalingo.

NVIDIA ha deciso di cogliere la palla al balzo, annunciando l’arrivo sul mercato di una nuova SHILED TV, la quale per ironia della sorte supporterà la piattaforma Google Stadia.  

NVIDIA SHIELD TV supporterà Google Stadia

L’azienda ha intenzione non solo di lanciare la nuova versione della Shield TV ma anche un controller ed un telecomando in grado di interfacciarsi al meglio con la nuova piattaforma di Google oltre che il sistema operativo Android.

NVIDIA ci tiene a precisare che la Shield TV verrà venduta anche senza controller, in una versione più economica, la quale offrirà a coloro che acquistano il controller Google Stadia, di utilizzarlo con la Shield TV per giocare in Streaming. 

Considerando che il servizio cloud gaming GeForce NOW  ha subito un calo vertiginoso, era inevitabile che NVIDIA cogliesse l’attimo fuggente per vendere il suo nuovo Hardware.  Vi informiamo o ricordiamo che Google Stadia richiederà un abbonamento per accedere ai giochi in Streaming. 

La piattaforma sarà disponibile in due versioni:

  • Edizione Fondatore:Include un controller Stadia, un Chromecast Ultra, Destiny 2 un abbonamento per 3 mesi al costo di 129 euro 
  • Abbonamento Stadia Pro: Permette di giocare a titoli 4K e 60 FPS con HDR al costo di 9,99 euro (offre giochi gratis e giochi scontati)

I requisiti per giocare sono:

  • 10Mbp/s – 720p a 60fps con audio Stereo
  • 20Mbp/s – 1080p a 60 fps con audio 5.1 Surround
  • 35Mbp/s – 4K a 60fps con audio 5.1 Surround

Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, Ludomedia, Instagram, Twitch, Youtube e Mixer

Nessun commento

Lascia un commento