HomeAndroid NewsAndroid 9.0 Pie: Novità, Download e Dispositivi Supportati

Android 9.0 Pie: Novità, Download e Dispositivi Supportati

Android 9.0 Pie è arrivato sui principali terminali, nel corso dei prossimi mesi assisteremo sia al lancio di nuovi dispositivi con Pie pre-installato, che al rilascio di corposi aggiornamenti per gli smartphone supportati e attualmente in commercio.

Android 9.0 Pie: Tutto quello che c’è da sapere

Scopriamo insieme quali sono tutte le novità di Android 9.0 Pie e quali sono i dispositivi attualmente supportati.  Annunciata e distribuita all’inizio dell’anno in versione Preview per i dispositivi supportati, Android 9.0 Pie è giunto di recente anche sui terminali Samsung ed arriverà nei prossimi mesi anche su tutti gli altri terminali di fascia medio/alta.

Le novità di Android 9.0 Pie

  • Supporto per i dispositivi con Notch 
  • Icone di stato organizzate automaticamente e in modo intelligente
  • Quick Toogle e impostazioni di sistema rivisti per adattarsi al meglio al notch
  • Angoli arrotondati e coloro sgargianti per le icone del sistema
  • Possibilità di scegliere in anticipo l’operazione da eseguire al collegamento del cavo USB
  • Possibilità di modificare gli screenshot appena acquisiti tramite uno strumento avanzato
  • Possibilità di interagire con le applicazioni tramite il multi-tasking per copiare e condividere testi e contenuti molto più velocemente, senza accedere alle app a schermo intero 
  • L’Ambient Display ora mostra la percentuale di carica residua
  • Maggiori informazioni per quick toogle, impostazioni del Wi-Fi e cosi via dicendo
  • Modalità notturna per i quick toggle con l’orario di attività 
  • I quick toggle sono organizzati su pagine orizzontali con il tradizionale scorrimento, per tanto non sono più espandibili come in precedenza 
  • I quick toggle ora mostrano nella parte superiore lo stato della sveglia e dei suoni di sistema
  • Rimosso il colore arancione all’attivazione del risparmio energetico
  • Possibilità di modificare il profilo temperatura dei colori del Display 
  • Possibilità di ridurre o incrementare i consumi della batteria agendo sulla CPU, applicazioni, luminosità del display ed altri parametri
  • Possibilità per gli sviluppatori di utilizzare ulteriori parti del sistema durante lo sviluppo delle app
  • Le notifiche si adattano ancora di più alle esigenze dell’utente, con la possibilità di personalizzarle maggiormente in estetica
  • Nuove animazioni per le notifiche tra cui le risposte multiple e rapide, lasciando la notifica attiva anche dopo aver risposto ad un messaggio
  • Introdotta la gestione rapida delle singole notifiche tramite una scorciatoia

 

  • Introdotto un promemoria che informa l’utente sullo status della batteria e dello spegnimento del dispositivo 
  • 5 nuove funzionalità rivolte a ridurre la dipendenza da smartphone agendo su notifiche, applicazioni ed altri parametri, ossia: Dashboard, App Timer, Wind Down, Digital Wllbeing e Sush
  • Nuova opzione che permette di attivare il silenzioso o la vibrazione in qualsiasi momento (tasti volume su + accensione contemporaneamente) 
  • Supporto per il blocco della rotazione tramite una nuova opzione
  • Possibilità di disporre di scorciatoie in modo intelligente
  • Nuovo menu alla pressione prolungata del tasto Home 
  • Possibilità di attivare la modalità Notte, la quale nasconde automaticamente le notifiche nella tendina
  • Il widget At a Glance si espande con ora, orario e previsioni del meteo, visibili anche nella schermata di blocco
  • Migliorate e semplificate le interazioni con lo smartphone tramite le gesture, attivabili tramite le impostazioni, con la possibilità di usare lo smartphone senza disporre della barra di navigazione
  • Le gesture si adattano automaticamente a seconda del contenuto che viene riprodotto 
  • Nuove animazioni di sistema
  • Nuovo suono di ricarica
  • Nuovo sfondo predefinito
  • Supporto per Android Auto Wireless 
  • Supporto per le API Vulkan 1.1
  • Miglioramenti generale alle prestazioni e all’autonomia
  • Supporto per la tecnologia HDR
  • Miglioramenti alla sicurezza e privacy
  • Rimossa la notifica che informava l’utente sul consumo di energia durante l’uso di un’applicazione 

I dispositivi attualmente supportati

  • Xiaomi Mi A1
  • Google Pixel 2
  • Google Pixel 2XL
  • Nokia 2017
  • Google Pixel
  • Google Pixel XL
  • Nokia 7 Plus
  • Nokia 8 Sirocco
  • Nokia 1
  • Nokia 6 2018
  • Xiaomi Mi MIX 2s
  • OnePlus 6
  • Essential Phone PH-1
  • Sony Xperia Xz2
  • Samsung Galaxy S9 e S9 Plus
  • LG G7 ThinQ
  • Huawei P20

Naturalmente i terminali non riportati potrebbero essere aggiornati nel corso del prossimo anno. Se disponete di uno dei dispositivi menzionati, potreste già avere la possibilità di provare il nuovo sistema operativo in Anteprima.

Alcuni dispositivi sono stati recentemente aggiornati alla versione finale, altri invece sono in PREVIEW o in BETA. Non vi resta che recarvi nelle impostazioni del vostro smartphone per verificare l’eventuale presenza di un nuovo e corposo aggiornamento da scaricare, il quale installerà Android 9.0 Pie.

Come scaricare e installare Android 9.0 Pie

Se volete installare Android 9.0 Pie potete procedere come segue nel caso in cui non vi venga notificata la presenza di un nuovo aggiornamento sul dispositivo, a patto che naturalmente la factory image sia disponibile per il vostro smartphone:

  1. Scaricate la factory image per il vostro dispositivo da QUI
  2. Scaricate Android SDK  ed installate i driver
  3. Collegate lo smartphone al PC in modalità ADB (la procedura varia a seconda del terminale) 
  4. Aprite il prompt dei comandi di Windows come amministratore e recatevi nella cartella dove avete estratto la factory image
  5. Digitate i comandi che seguono
  • adb reboot bootloader
  • fastboot flash bootloader [nome-intero-del-file-bootloader-senza-parentesi-quadre.img]
  • fastboot reboot-bootloader
  • fastboot flash radio [nome-intero-del-file-radio-senza-parentesi-quadre.img]
  • fastboot reboot-bootloader
  • fastboot update [nome-intero-del-file-image-senza-parentesi-quadre.zip]

Se vi imbattete in degli errori, estraete i file che sono presenti nello zip e digitate:

  • fastboot flash boot boot.img
  • fastboot flash system system.img
  • fastboot flash recovery recovery.img
  • fastboot reboot-bootloader
  • fastboot oem lock (per bloccare il bootloader)  
Autore Giovanni Damiano
Giovanni Damiano

SEO WEB COPYWRITER: Tester, Recensore, Blogger ,Youtuber e Streamer, appassionato di Tecnologia e Intrattenimento Videoludico

Nessun commento

Lascia un commento