AndroidPlanet - Android rumors, notizie e curiosità
News

Android P: Tutto quello che c’è da sapere

Android P come “Pistacchio” è ufficiale, scopriamo insieme quali sono tutte le novità e migliorie che porterà con se il nuovo sistema operativo mobile di Google, disponibile già in PREVIEW per i dispositivi selezionati.

Android Pistacchio: Le novità in arrivo 

In attesa di conoscere se il nome definitivo sarà Pistacchio oppure no, possiamo condividere con voi alcune interessanti informazioni:

  • Supporto per il Notch 
  • Miglioramenti alla doppia fotocamera 
  • Nuovo sistema di notifiche 
  • Supporto ampliato per l’HDR
  • Miglioramenti al sistema di navigazione e posizionamento all’interno degli edifici
  • Nuovo sistema di backup locale 

Android P introdurrà sui dispositivi il tanto atteso supporto notch, presente negli smartphone di nuova generazione, uno stile iniziato indubbiamente dall’iPhone X di Apple. Google con Android P, permetterà di supportare il notch tramite delle apposite librerie, adattando le applicazioni al meglio.  

Una delle più importanti novità risiede nel sistema delle notifiche, il quale risulterà nettamente migliore rispetto quello attuale, ampliandone le funzionalità e modificando alcuni aspetti estetici, come la possibilità per le applicazioni di messaggistica, di contenere sticker e immagini direttamente nella barra delle notifiche, mostrare intere conversazioni con i singoli contatti, rispondere rapidamente e molto altro. 

Le novità per le Notifiche non finiscono qui:

  • Nuovi pulsanti per l’accesso rapido ad alcune funzionalità del dispositivo
  • Finestre po-up di sistema
  • Menu per le impostazioni con grafica rivista 
  • Colorazione dei toogle rapidi in base allo sfondo installato

Android P permetterà agli sviluppatori di accedere a 2 fotocamere simultaneamente, permettendo di utilizzarle in maniera più completa e dettagliata. Altre novità sono legate all’introduzione del supporto al protocollo Wi-Fi IEEE 802.11mc che permetterà agli utenti di utilizzare applicazioni di posizionamento come Google Maps in ambienti chiusi.  

Non manca l’implementazione dell’HDR di default, con la riproduzione dei contenuti nativamente sia su Youtube che sul dispositivo stesso. Miglioramenti anche sul fronte connettività per quanto riguarda i pagamenti con NFC, grazie al supporto di nuove Open Mobile Api per i pagamenti Wireless.

Il sistema operativo offrirà maggiore protezione agli utenti, impedendo l ‘accesso ai microfoni o fotocamere da parte delle applicazioni, senza l’esplicito consenso dell’utente. Per quanto riguarda la gestione energetica, Android P proporrà una migliore gestione delle applicazioni in standby con una limitazione delle funzioni in background.  

Spazio anche all’intelligenza artificiale con l’arrivo di API appositamente progettate. A partire da Novembre, il Google Play richiederà agli aggiornamenti delle applicazioni, di supportare nativamente Android Oreo.   

x0x Shinobi x0x

SEO WEB COPYWRITER: Recensore, Tester, Blogger e Youtuber, appassionato di Tecnologia e Intrattenimento videoludico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *