Samsung Gear S3: Il ritorno del Tizen

Chi di voi non riconosce lo smartwatch in foto? E’ naturalmente il Gear di Samsung con sistema operativo Tizen, il quale è compatibile chiaramente con smartphone Android ma che possiede delle caratteristiche uniche. C’è chi lo ama chi invece lo odia, eppure Samsung secondo dei rumors, ha deciso nuovamente di riutilizzarlo per il prossimo Gear.

Samsung Gear S3

Samsung non molla: Tizen sul Gear S3

Il Gear è lo smartwatch prodotto da Samsung che contrariamente ad altri sul mercato come il Moto360, LG Urban e cosi via dicendo, non presenta il sistema operativo Android Wear ma Tizen. Per coloro che non lo sanno, Tizen è un sistema realizzato da Samsung e pensato per sostituire Android, inizialmente previsto su smartphone, successivamente spostato su smartwatch a causa del suo “insuccesso”, dopo tutto chi abbandonerebbe Android?

Su smartwatch il sistema operativo si comporta egregiamente seppure non disponendo delle stesse comodità dell’Android Wear. Come accade con il Gear VR o Gear FIT, le applicazioni possono essere installate esclusivamente dallo store Samsung dedicato, il che significa che le app o i giochi Android Wear non sono compatibili con il suddetto smartwatch. Gli orologi Android sono identici tra loro come funzionalità mentre il Tizen offre un sistema differente ed è accoppiabile con gli smartphone Samsung di ultima generazione.

gear-s2-design-dark-gray-and-silver

Il nuovo Gear S3 proporrà nuovamente un design circolare noto come Solis e lo stesso sistema operativo, ma chiaramente si tratta di rumors che vi invitiamo a considerare tali. La scelta dello smartwatch se disponete di uno smartphone Android è importante, non solo perchè vi permette di comunicare con il cellulare per ricevere e gestire le notifiche dal polso, ma anche per la possibilità di usufruire di una lunga serie di applicazioni e giochi da fare anche durante le attività di Fitness.

Abbiamo avuto modo di vedere Tizen in azione affiancato ad un Android Wear, nonostante il sistema sia elegante, intuitivo, accessibile e dotato di tutte le comodità che uno smartwatch deve avere, non è lontanamente paragonabile all’Android Wear ed essendo una creazione della casa sud coreana, gli aggiornamenti vengono gestiti esclusivamente dall’azienda. Per cui prima di esclamare “mi sento davvero euforico” per l’acquisto di un Gear, dovete sapere che non è un Android Wear, nonostante la casa per tutto il resto sia affezionata al robottone verde di casa Google.

Potete accoppiarlo con altri dispositivi e installare su di esso app e giochi ma non appartiene al mondo Android.

Post precedente

KINGDOM HEARTS Unchained X disponibile in Europa

Next Post

Alicia Keys dice NO agli smartphone durante il concerto

Articoli correlati