Eny EVR01: Il nuovo VR che sfida il Gear

Il 2016 è l’anno dei visori VR e quindi della realtà virtuale sia su PC e Console che in mobilità. Dopo il Gear VR e le numerose versioni economiche, arriva sul mercato un nuovo visore in grado di sfidare o almeno in parte quello prodotto da Samsung e Oculus, stiamo parlando dell’Eny EVR01.

 

Eny EVR01

Un nuovo VR per il Mobile

L’Eny EVR01 presenta un display integrato, il che significa che non necessita di uno smartphone inserito al suo interno per funzionare, integra un sistema basato su Android e rappresenta una delle migliori alternative sul mercato. Il display interno ha una risoluzione di 1280 x 720 pixel, 1GB di RAM, processore Rockchip RK3126 quad core a 1,3 GHZ e una GPU Mali 400 MP3.

Memoria interna da 8GB espandibile tramite microSD fino a 32 GB, batteria interna da 2200 mAh, supporto Bluetooth 4.0 e Wifi con sistema operativo Android 5.1 Lollipop. Come avete potuto intuire dalle specifiche, il VR è utilizzabile singolarmente, non necessita di uno smartphone connesso in quanto è possibile scaricare, installare e ovviamente lanciare app o giochi direttamente dal VR.

Il Gear VR ha rivoluzionato il mondo dei visori grazie alla collaborazione con Oculus, proponendo una propria interfaccia (OCULUS HOME) ed app o giochi esclusivi di alta qualità, nonostante sia sempre legato all’uso di uno smartphone sia come display che come sistema, come tutti gli altri VR sul mercato.

Con il nuovo EVR01 non occorre introdurre un dispositivo frontalmente poichè ha tutto ciò di cui ha bisogno per funzionare totalmente in maniera autonoma. Il costo di questo gioiello si aggira sugli 80 euro ed arriverà nel corso dell’anno in Cina e forse in altri mercati.

Samsung-GamePad-Gear-VR_2

Realtà virtuale su Android

In questo ultimo periodo la realtà virtuale è molto ricercata dai consumatori, per questo numerose aziende producono un proprio VR “economico” e dipendente da uno smartphone per funzionare, proponendo in bundle controller bluetooh, cuffie o altri accessori.

Il funzionamento è identico per tutti i VR, si scaricano le app o i giochi pensati per la realtà virtuale e una volta lanciati si posiziona lo smartphone frontalmente e lo si indossa, a differenza del Gear di Samsung e Oculus che una volta indossato porta l’utente automaticamente in una stanza virtuale da dove gestire app e giochi.

Chiaramente se un VR economico ha un costo di 10-20 euro o forse meno, il Gear di Samsung non solo si aggira sui 100 euro ma è compatibile solo con determinati dispositivi quali S6, S6Edge, S7, S7 Edge e NOTE 4.

Post precedente

VOEZ: Il nuovo rhythm game di Rayark

Next Post

Arriva sul Play Store la Companion App di Mirrors’ Edge Catalyst

Articoli correlati