Android N Developer Preview 3: Novità e Download

In occasione del Google I/O 2016, è stata ufficialmente rilasciata la versione Developer Preview 3 di Android N. Scopriamo insieme quali sono le novità introdotte, premettendovi che per testarla dovete disporre di un Nexus 6, Nexus 9, Nexus 5X, Nexus 6P o Nexus Player e Pixel C.

android N

Android N Developer Preview 3: Le novità introdotte

  • Introdotta la possibilità di scaricare nuovi aggiornamenti in background, installandoli al successivo riavvio
  • Risolti dei bug riscontrati nella precedente versione
  • Introdotta la modalità VR per utilizzare il dispositivo con il visore, dando accesso ad un core della CPU per le app in realtà virtuale
  • Eliminata la modalità notturna dal sintetizzatore interfaccia utente di sistema
  • Migliorato il multi tasking, consentendo di passare rapidamente dall’app attuale a quella precedente  (in futuro verranno mostrate le ultime 7 app)

Se volete installare Android N Preview 3 potete farlo automaticamente via OTA se avete una versione precedente, quindi con connessione internet attiva recatevi nelle Impostazioni alla voce Aggiornamento, altrimenti non vi resta che installare il sistema da zero come segue:

  • Iscrivendovi al programma BETA tramite questo link e attendendo la notifica di aggiornamento dallo smartphone
  • Seguendo il tutorial che vi proponiamo in questo articolo

Installazione da un dispositivo stock privo di root

  1. Scaricate il file OTA da qui
  2. Scaricate Android SDK e installatelo
  3. Copiate il file OTA in sdk/platform-tools di Android SDK
  4. Attivate sul vostro smartphone la modalità Debug USB
  5. Collegate lo smartphone al PC e riavviatelo in modalità recovery dal fastboot premendo volume + power una volta spento
  6. Quando compare Android con il punto esclamativo premete Vol su + power per accedere alla recovery stock
  7. Selezionate la voce apply update via adb
  8. Dal PC aprite una finestra DOS tramite il CMD come amministratore e dirigetevi nella directory platform-tool
  9. Digitate il comando adb sideload seguito dal nome del file
  10. Attendete la fine del processo

android apk tool

Installazione da un dispositivo con ROOT e Custom Recovery

La procedura in tal caso è molto più semplice e veloce, non dovrete far altro che:

  1. Trasferire nel dispositivo il firmware scaricato
  2. Riavviare in modalità recovery
  3. Selezionare la voce install zip from sd card
  4. Selezionare il file OTA
  5. Dare conferma e attendere

ATTENZIONE: NON E’ POSSIBILE INSTALLARE AGGIORNAMENTI VIA OTA QUANDO:

  • Il sistema presente non è stato aggiornato alla versione più recente
  • Il kernel presente è differente da quello stock e quindi customizzato
  • La partizione di sistema è stata modificata tramite app di sistema rimosse o congelate ecc

La differenza sostanziale tra un factory image e una versione OTA del sistema, risiede nel fatto che con la prima si perdono tutti i dati presenti sul dispositivo mentre con la seconda si effettua un’aggiornamento del sistema.

Se volete resettare tutto ciò che avete sul dispositivo, procedete come segue:

  1. Effettuare una sincronizzazione delle app
  2. Installate Android SDK sul vostro PC
  3. Estraete il firmware scaricato per due volte e copiate il tutto in android-platform presente in Android SDK
  4. Spegnete lo smartphone e accendetelo in modalità Bootloader (Power + Volume Giu)
  5. Installate i driver ADB manualmente
  6. Sbloccate il bootloader recandovi nella cartella android-platform via CMD (prompt dei comandi) e digitate fastboot oem unlock
  7. Cliccate due volte sul file flash-all.bat per avviare il processo
  8. Non appena ricevete degli errori e vi verrà chiesto di premere un tasto per continuare digitate i seguenti comandi
  • fastboot flash boot boot.img
  • fastboot flash system system.img
  • fastboot flash recovery recovery.img

Ora potete ribloccare il bootloader con fastboot oem lock e riavviare il dispositivo!

Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, LudomediaInstagram

Nessun commento

Lascia un commento