Il GEAR VR può bucare il display dello smartphone

Oggi vogliamo parlarvi di realtà virtuale, focalizzandoci sul VR di Samsung noto come Gear VR. I ragazzi di RoadToVR hanno effettuato un’esperimento, scopriamo insieme di cosa si tratta.

gear vr

Il GEAR VR può davvero bucare uno smartphone?

RoadToVR ha lasciato il GEAR VR dI Samsung con uno smartphone inserito sotto il sole, il risultato? A causa del surriscaldamento del dispositivo si è bucato il display dello stesso. Quando si utilizza il VR con lo smartphone, questo si scalda più del normale, sopratutto in quei VR in cui non vi è modo di far prendere aria al dispositivo (come molti prodotti economici sul mercato).

Altra avvertenza ma questa volta proveniente da Samsung, è di non guardare MAI sole, eclissi o questi particolari fenomeni utilizzando il GEAR VR, in quanto i raggi del sole possono danneggiare se non addirittura togliere la vista. Il VR per smartphone altro non è che un dispositivo munito di lenti, che sfrutta il display dello smartphone per ingannare il cervello dell’utente, facendogli credere di trovarsi realmente sul posto e di poter osservare il mondo virtuale che lo circonda semplicemente muovendo la testa, ciò è possibile grazie alla tecnologia dell’head tracking.

Nulla a che vedere con i VR PC come gli Oculus Rift (tanto per citarne qualcuno), i quali utilizzano un display interno ma necessitano di una alimentazione USB e video. Il Gear VR ha un costo di 99€ ed è compatibile solo con i Note di ultima generazione, è stato realizzato in collaborazione con Oculus ed è ottimizzato per il gioco oltre la riproduzione di video ed altri elementi multimediali. Concludendo per riassumere il tutto:

  • NON LASCIATE IL VR CON LO SMARTPHONE INSERITO SOTTO IL SOLE
  • NON OSSERVATE IL SOLE ED ALTRI FENOMENI AMBIENTALI CON IL VR

Avvertenze scontate, banali ma importanti!

Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, LudomediaInstagram

Nessun commento

Lascia un commento