Google Android ha il Kill Switch

Anche Google Android ha il suo kill switch, ovvero un’applicazione che permette di rimuovere, da remoto, software indesiderati. E’ tutto scritto nero su bianco nelle condizioni d’uso del software, ma nel caso dovesse succedere, Google è pronta a rimborsare i consumatori.

Il kill switch presuppone che Android comunichi, con una certa frequenza, quali applicazioni vi sono installate. Esattamente come già successo in passato per iPhone, anche Android rischia di invadere la privacy degli utilizzatori. A suo tempo, Steve Jobs aveva motivato questa scelta come una semplice precauzione da parte di Apple. Al contrario della Apple, però, Google ha reso noto il suo kill switch, preferendo non attendere che un hacker lo scoprisse.

A differenza dell’iPhone, però, le applicazioni sono liberamente installabili, anche perchè Android è un software open source, ed inoltre è previsto un rimborso in caso di rimozione delle applicazioni. Da questo punto di vista, si può stare tranquilli.

Intanto arrivano anche voci che le stime di prevendita di Android siano state gonfiate. Non sono, quindi, oltre 1 milione e mezzo i G1 già venduti, ma “soltanto” 300.000 , comunque un numero notevole.

Cosa ne pensate del kill switch di Android? Vi sentite invasi nella vostra privacy? Apprezzate Google per l’onestà con cui ha dichiarato la presenza del kill switch?

Autore

Nessun commento

Lascia un commento