Google I/O: Android L è ufficiale, tutte le caratteristiche svelate

Google IO

 

Google in occasione dell’evento I/O ha ufficializzato Android L Developer Preview, una nuova versione del sistema operativo del robottino verde. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Tutto quello che c’è da sapere

Previsto per Autunno, Android L (Nome provvisorio) vanterà di:

  • Una nuova interfaccia grafica che sfrutta le nuove 5000 API
  • Nuove icone per la barra di navigazione
  • Barra di stato rivista con icone uniformi nella forma, colore e design
  • Modificato il pannello delle notifiche attraverso l’implementazione della grafica in stile Google Now
  • Rivista la schermata di blocco che adesso mostra un pulsante per lo sblocco, uno per l’avvio della fotocamera e uno per il dialer
  • La schermata di blocco mostra inoltre notifiche, archiviare con uno swipe ed altro ancora
  • Il Multi tasking mostra le applicazioni recenti e i siti web aperti di recente con tanto di link, interfaccia a schede e personalizzazioni
  • Nuova tastiera caratterizzata da un design flat
  • Migliorata la visualizzazione dei contenuti su ogni tipo di dispositivo
  • Nuove modifiche grafiche per le applicazioni
  • Migliorate le prestazioni che permettono di riprodurre animazioni a 60 FPS
  • Le notifiche sono in grado di interagire fra loro e di adattarsi al contesto
  • Supporto per i 64 Bit che offriranno un incremento delle prestazioni e una maggiore durata della batteria
  • Nuove funzioni con lo scopo di migliorare Android per quanto riguarda la durata della batteria
  • Introdotta la Battery Saver in grado di abbassare la frequenza di CPU e GPU migliorando drasticamente la durata della batteria
  • Introdotta la funzionalità Personal Unlocking,funzione dedicata alla sicurezza molto interessante: lo smartphone è in grado di riconoscere il proprietario dello smartphone
  • Google Now potrà essere avviato da qualsiasi applicazione
  • Il Play Services controller il sistema alla ricerca di malware ed applicherà patch in maniera silenziosa
  • Factory Reset Protection, sistema che permetterà di cancellare la memoria dello smartphone da remoto
  • Nuovo pannello dedicato alla privacy dove l’utente potrà visualizzare tutte le informazioni delle varie applicazioni
  • Maggiore libertà di sviluppo per gli “Sviluppatori”

Per ora è tutto per Android L. A quanto pare Google per tutto questo tempo ha lavorato sodo per offrire agli utenti un sistema operativo più veloce, performante e sicuro e ci è riuscita alla grande. Non appena avremo modo di analizzare e testare Android L non esiteremo a condividere con voi le nostre considerazioni personali.

 

Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, Ludomedia, InstagramTwitch, Youtube e Mixer  

Nessun commento

Lascia un commento