Studentessa realizza una batteria con ricarica super veloce

Il punto debole degli smartphone come di qualsiasi altro dispositivo, risiede nel tempo di ricarica della batteria che può andare dalle 2 ore in poi.

Eesha-Khare

In data odierna, siamo venuti a conoscenza dell’esistenza di una soluzione ideata dalla studentessa Eesha Khare, 18enne e residente in Saratoga, California, che permette di ricaricare una batteria in meno di 30 secondi! Si avete letto bene, ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

La studentessa in questione, ha vinto il premio Intel Foundation Young Scientist del valore di 50 mila dollari, presso l’Intel Science and Engineering Fair, per aver ideato un piccolissimo condensatore che può essere inserito in smartphone, tablet ed altri dispositivi per la ricarica della batteria in tempi molto ma molto brevi. La batteria  riesce a immagazzinare energia quando è in carica per poi erogarla successivamente.

Il super condensatore ideato da Eesha, si ricarica in 30 secondi offrendo fino a 10 mila cicli di ricarica a differenza dei soli mille cicli di una batteria al litio. Cosa significa? Semplice, che con l’invenzione di Eesha la vita media di una batteria è stata incrementata di ben 10 volte per non parlare della ricarica. 30 secondi contro le 2 ore circa di una batteria a litio. Per ora questo super condensatore è in fase sperimentale, ma se venisse applicato in futuro sugli smartphone, non dovremmo più preoccuparci di attendere 2 ore per scollegare lo smartphone dalla spina, ma potremmo farlo dopo 30 secondi.

Per ora le aziende che producono smartphone e tablet non hanno ancora commentato la cosa, ma sicuramente considerando che è una scoperta sensazionale, non esiteranno a farsi avanti con proposte per l’acquisto del super condensatore o per meglio dire del suo brevetto, ideato da Eesha. Cosa ne pensate della super ricarica di 30 secondi? Credete che verrà adottata tale tecnologia nei futuri dispositivi? A voi i commenti e considerazioni personali

Post precedente

Samsung Galaxy S4: nuovo imputato nella diatriba contro Apple

Next Post

Google+ si aggiorna alla versione 4.0 : Novità e Download

Articoli correlati