Android: 6 modi per rendere la vostra privacy perfetta

Uno dei problemi più comuni che affligge tutti i fan che hanno dalla loro il sistema operativo Android è quello di avere una privacy un tantino carente.

Android: 6 modi per rendere la vostra privacy perfetta

Infatti, facendo dei giri su Android, ma anche sul web e sui più importanti social network, più di una volta può capitare in richieste di dati pericolosi, che mettono a rischio e non poco il proprio nome, la data di nascita e cosi via. La famosa rivista chiamata con il nome di Forbes, ha qualche settimana rilasciato un post dove c’ è la lista di 6 modi che possiamo utilizzare per proteggere nel migliore dei modi la nostra privacy.

  1. Per prima cosa scegliere con cura la pass, visto che molti utilizzando le classiche 12345, in linea generale, è consigliato di mischiare le lettere, numeri e anche simboli.
  2. Uscita da tutte le sessioni in cui siete connessi, in modo che quando voi non state collegati, nessuno possa violare i vostri account, vi basterà chiudere il tutto e rischierete veramente ben poco.
  3. Non date mai a nessuno la vostra email o numero senza verificare prima che il sito sia certificato o meno, state attenti sempre a quello che fatte, leggendo  Termini e Condizioni di una pagina.
  4. Cercate di proteggere nel migliore dei modi il dispositivo con password criptate, cosi in ogni modo qualunque volta che bisogna accedere ad un contenuto bisogna digitare la password.
  5. Attivate la verifica su Gmail, visto che Google offre l’ opportunità di inviare un codice al vostro telefono con un messaggio, qualora qualcuno sta cercando di prendere i dati dal vostro telefono.
  6. In conclusione, l’ ultimo consiglio è quello di cancellare ogni volta la cronologia, in modo da togliere dei grossi vantaggi nel tracciare quello che ogni giorno fate con il vostro dispositivo, vi ricordo inoltre tramite servizi come Tor e HideMyAss.com di tenere nascosto il vostro IP.

Che ne pensate??a voi ora i commenti!!

Post precedente

Play Store : Arriva una sezione dedicata ai Tablet

Next Post

Samsung Galaxy S4: nuovo imputato nella diatriba contro Apple

Articoli correlati