Samsung Galaxy S4: l’offerta di Tre Italia si sdoppia

samsung_galaxy_s4_tre_italia

Dopo Vodafone anche Tre Italia ha finalmente reso nota la sua offerta dedicata per il nuovo e tanto atteso smartphone sudcoreano, il Samsung Galaxy S4, che si appresta ad uscire nel nostro Paese proprio nella giornata odierna e che l’operatore di telefonia mobile distribuirà al pubblico a partire da domani, 27 aprile. Questa volta Tre Italia offrirà il nuovo top di gamma del robottino verde Android con due possibilità di scelta, sia con formula ricaricabile, sia con abbonamento. Per quanto riguarda l’abbinamento dello smartphone ai piani ricaricabili, l’operatore di telefonia mobile, al momento permette di acquistare il Samsung Galaxy S4 solo abbinandolo al piano chiamato “Scegli 30 Passa a 3“.

Nei dettagli, dunque, scegliendo l’offerta “Scegli 30 Passa a 3“, che richiede la portabilità del proprio numero telefonica, sarà possibile avere tra le proprie mani il Samsung Galaxy S4 senza alcun anticipo garantendo ogni mese una ricarica obbligatoria di 30 euro. Va inoltre sottolineato che l’offerta “Scegli 30 Passa a 3” prevede un vincolo obbligatorio di 30 mesi, con l’operatore di telefonia mobile, Tre Italia e che è previsto, sempre obbligatoriamente, un contributo una tantum di 120 euro che dopo 12 mesi verrà restituito sotto forma di 12 ricariche mensili del valore di 10 euro cadauna. Al momento Tre Italia non permette di comprare il Samsung Galaxy S4 a prezzo pieno e senza vincoli.

Ancora più complessa, invece, l’offerta con formula abbonamento che prevede l’abbinamento con i piani TOP dell’operatore. Il cliente che sceglierà di acquistare in forma agevolata il Samsung Galaxy S4 in abbinamento ai piani TOP potrà scegliere, com’è consuetudine di Tre Italia, due possibilità di acquisto: la formula “Vendita a Rate 3” o la più classica formula “Finanziamento“. Anche in questi casi c’è da sottolineare che tutti gli abbonamenti prevedono un vincolo obbligatorio di 30 mesi con l’operatore. In questi casi, però, Tre Italia non farà pagare la tassa di concessione governativa, che ricordiamo a tutti è di 5,16 euro al mese. Da sottolineare anche che chi sceglierà la formula “Vendita a Rate 3” attraverso il pagamento con Carta di Credito, dovrà versare un anticipo di 60 euro che verrà restituito in fattura come sconto sui servizi distribuito nel vincolo dei 30 mesi. Infine c’è da dire che chi, invece, sceglierà la formula “Finanziamento” non dovrà versare alcun anticipo, ma dovrà pagare una rata finale del valore 61 euro.

Post precedente

Google X Phone (Nexus 5), arriva ufficialmente un primo concept e Android 5.0

Next Post

Galaxy Core: processore dual core e sistema operativo Android Jelly Bean

Articoli correlati