I Google Store non arriveranno, Mountain View smentisce tutto

Da molto tempo si parlava delle intenzioni di casa Mountain View di sfidare gli invidiabili negozi della Apple. Cupertino ha deciso di costruire in tutto il mondo, o quasi, i suoi store dove è possibile trovare solo ed esclusivamente i dispositivi firmati dalla mela morsicata. All’interno di questo negozio sarete accolti dallo staff appositamente addestrato ad ospitare i clienti, potrete richiedere qualsiasi informazione, testare i device della Apple e, ovviamente, acquistarli.

google-store

Tutto questo vale solo per casa Cupertino? Sino ad ora si, ma le ultime voci dichiaravano la voglia di Google di aprire degli appositi store dedicati solo ed esclusivamente ai propri prodotti. Un negozio costellato dai Nexus e dagli accessori disponibili per il sistema operativo Android? Un sogno per molti fan del robottino verde, ma probabilmente questo tipo di store si potranno vedere solo mentre si dorme.

Durante il Mobile World Congress 2013 Andy Rubin ha preso la parola e ha infranto le speranze degli utenti che già immaginavano di trovarsi in degli anti-Apple Store. L’indiscrezione che correva sul web, riguardante la nascita dei Google Store, era solo un banale rumor privo di fondamento: negozi del genere non arriveranno, parola del leader del robottino verde.

Rubin si è schierato assolutamente contro questo tipo di strutture ed il motivo sembra essere molto valido. Gli utenti hanno davvero bisogno di vedere i dispositivi dal vivo? Ecco quanto dichiara l’esponente Google:

“Non hanno più bisogno di andare in un negozio e toccarlo con mano. Per quanto riguarda la linea Nexus, penso che il progetto sia ancora lontano dal richiedere l’apertura di punti vendita dedicati esclusivamente a questi device. Al momento Google non ha alcunché da annunciare a questo proposito.”

Eppure ricordiamo che la notizia dei Google Store era stata diffusa dal sempre informato All Things D che, almeno questa volta, ha sbagliato del tutto.

Durante l’incontro, Mountain View, ha parlato anche delle future vendite dei Nexus che si terranno ancora tramite il Play Store, ma questa volta la parola passa a Jamie Rosenberg:

Stiamo facendo passi in avanti nel soddisfare la domanda e nella gestione del negozio, proprio come gli utenti si aspettano da noi. Play Store rappresenta per noi una strada affidabile per portare i dispositivi sul mercato, in diversi paesi sparsi in tutto il mondo.

Post precedente

A caccia di anatre zombie con Zombie Duck Hunt

Next Post

Adobe Photoshop Touch: da oggi disponibile anche per smartphone

Articoli correlati