Ouya : I pareri degli sviluppatori di giochi!

ouyabox

 

A distanza di poco tempo, dalla distribuzione della DevTeam di Ouya agli sviluppatori di giochi, ecco arrivare le prime dichiarazione di coloro che hanno avuto modo di testare le potenzialità della nuova “mini ed economica” console Android.

Rami Ismail, sviluppatore di Super Create Box afferma che il punto debole di Ouya risiede nei controlli, principalmente sul touchpad e la mancanza dei tasti start e select, fondamentali in un videogioco.

Nathan Fouts di Mommy’s Best Games e Jerrod Puntman, sviluppatore di Sheepstacker sono preoccupati invece per i limiti hardware della console, limiti che non permettono a Nathan e Jerrod di definire Ouya come una console powerhouse. Ouya per coloro che non lo sanno, monta il Soc Tegra 3 che non è in grado di reggere il confronto con Xbox360 e Ps3.

Ouya, è un mezzo per gli sviluppatori indipendenti, di cimentarsi nella realizzazione e pubblicazione delle proprie opere su una console casalinga. Un modo o per meglio dire un occasione per tuffarsi nel mondo delle console, senza il bisogno di contratti con editori o approvazioni varie.

Queste sono state le parole di Putman. Ismail invece ritiene che Ouya potrebbe con il tempo diventare una console in cui il 90% dei giochi presenti sul Play Store sono identici. Dopo tutto stiamo parlando di una console Android, console dove è possibile scaricare, installare e giocare a numerosi titoli gratuiti presenti sul play store. Titoli che è possibile giocare anche sul proprio smartphone o tablet.

Ouya ovviamente, vanterà di giochi esclusivi che gli sviluppatori stanno già realizzando. I controlli sono stati rivisti in seguito ai feedback degli sviluppatori, e per quanto riguarda il costo, si parla di soli 99 dollari che molto probabilmente da noi potrebbero essere 99 euro!  La data di lancio non è ancora stata svelata, per cui non ci resta che attendere.

Cosa ne pensate di Ouya? A voi i commenti!

 

Post precedente

Angry Birds Star Wars : Disponibile il nuovo episodio “Escape from Hoth”

Next Post

Wine: presto tutte le app desktop gireranno nel nostro amato robottino verde!

Articoli correlati