Apple denuncia Samsung : La causa è Jelly Bean 4.1!

 

La battaglia legale tra Samsung e Apple non finirà mai, finita una causa, nasce una seconda, una terza e cosi via dicendo. In data odierna, Apple ha denunciato Samsung, portando in causa questa volta anche il sistema operativo Jelly Bean 4.1.

Secondo quanto ha affermato Apple, Samsung, aggiornando il Nexus a Jelly Bean, ha infranto dei brevetti, in quanto sul sistema operativo in questione vi sono delle funzioni appartenenti a casa Cupertino. Ogni dispositivo che viene aggiornato a Jelly Bean 4.1 è soggetto ad una citazione legale. Apple afferma che non sono i dispositivi ma è il sistema operativo in se.

Se un tempo Apple colpiva i dispositivi, oggi prende di mira addirittura il sistema operativo. Samsung si è difesa dichiarando che il sistema operativo non viola nessun brevetto. Attualmente il giudice sta analizzando il caso, è solo questione di tempo prima che arrivi la sentenza per Samsung o Apple. Voi cosa ne pensate di questa vicenda? In data odierna, Apple, ha registrato un brevetto con design rettangolari dalle forme arrotondate in modo da poter denunciare in futuro tutte quelle aziende che realizzano dispositivi simili.

Di recente Apple ha dovuto versare 368 milioni di dollari ad un azienda americana per aver infranto dei brevetti. Da quando Steve Jobs è venuto a mancare ogni giorno vi sono nuove denunce contro Samsung ed altre aziende. La cosa non ci sorprende, non è la prima e di certo non sarà nemmeno l’ultima volta che Apple porta in causa il noto colosso sudcoreano e per cosa? Una volta per il design dell’iPhone, un’altra volta per il design dell’iPad, ed ora per alcune funzioni del sistema operativo, considerando che in passato ha portato in causa Samsung anche per lo sblocca schermo, lo zoom nelle foto, e la presenza di alcune applicazioni.

 

 

 

Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, LudomediaInstagram

Nessun commento

Lascia un commento