Ladies and gentlemen, ecco a voi Android 4.2

Nel presentare Android 4.2, Google adopera un proprio linguaggio in codice per far capire come la nuova release del robottino verde rappresenti una evoluzione rispetto al passato, ma che non si tratta, comunque, di un sistema operativo del tutto nuovo. Dunque, nuovo numero progressivo, ma non un nuovo nome, ecco a voi tutte le novità di Android 4.2 Jelly Bean, l’ultima release del sistema operativo dell’azienda di Mountain View pronta ad esordire nei nuovi terminali Nexus 4 e Nexus 10.

Photo Sphere.

Photo Sphere rappresenta l’evoluzione della foto panoramica che iOS 6 ha introdotto su iPhone 5. Con questa nuova feature le foto non vanno soltanto in una direzione, ma rappresentano un vero e proprio collage che l’utente può comporre scatto dopo scatto. Ne scaturisce un’immagine sferica il cui perno centrale è rappresentato dall’utente ed il cui perimetro è, invece, l’ambiente che lo circonda. A differenza delle tradizionali panoramiche, le immagini catturate con Photo Sphere disegnano veri e propri ambienti a tre dimensioni, esplorando tanto in orizzontale quanto in verticale l’ambiente circostante. Tali immagini possono in seguito essere riviste e condivise facilmente con i propri amici. Di seguito un video d’esempio della nuova funzione fotografica…

Gesture Typing.

Con Android 4.2 non servirà più cliccare esattamente un pulsante sulla tastiera virtuale per comporre un messaggio, bensì sarà sufficiente far scorrere il dito tra le lettere. Questa metodologia di digitazione non è una novità, ma se fino a ieri era stata affidata ad applicazioni di supporto, con Android 4.2 sarà inclusa di default direttamente tra le proprie funzionalità, consentendo così di velocizzare la digitazione, intuendo quali siano le intenzioni dell’utente e prevedendo quali saranno le parole che intende comporre. La Gesture Typing porta la tastiera virtuale ad un nuovo livello, aumentando, difatti, la qualità di interezione tra l’utente ed il dispositivo, di una delle componenti più delicate e fondamentali, ovvero quella della digitazione dei testi.

Multi – Utente.

Talvolta i dispositivi che si possiedono, quali un tablet, possono essere personali o utilizzati da più utenti, ad esempio più membri della famiglia. Nel secondo caso un problema si pone, ovvero come evitare che coniugi o figli cambino le impostazioni che si sono scelte per il proprio tablet? La soluzione è, appunto, nella multi-utenza, opzione che Android 4.2 introduce, che permette di separare file ed impostazioni dei vari account e che consente il passaggio tra i vari utenti tramite le comuni funzioni di login e logout.

Condivisione su televisore.

Un semplice adattatore Wifi sul televisore sarà più che sufficiente per permettere il collegamente tra smartphone o tablet e  tv. In questo modo, Google, aggira i problemi della Google TV trasformando di fatto qualsiasi smartphone o tablet con sistema operativo Android 4.2 in uno strumento intelligente per portare e condividere sul televisore i contenuti preferiti.

Daydream.

Con Daydream, nuova feature di Android 4.2, il tablet diventa anche una cornice fotografica in grado di animarsi durante gli stati di sospensione. Sarà l’utente a scegliere cosa debba fare il tablet in stato durante le pause e potrà, ad esempio, decidere di sostituire la schermata nera con il susseguirsi di fotografie che rendano più gradevole la presenza del tablet in ambiente casalingo.

Notifiche.

Un semplice scorrimento del dito sul lato superiore della pagina consente di aprire un contenitore unico per tutte le notifiche, dall’agenda, all’email e quant’altro, in un’unica schermata da scorrere per consultare e gestire. Il nuovo Android 4.2 organizza così al meglio il contatto dell’utente con i propri servizi, migliorando le possibilità sia nell’ambito privato che nell’ambito business. Le notifiche rappresentano il ponte in differita con gli aggiornamenti che si ricevono, consentendo così di non perdere mai nulla tra le proprie mail, i propri appuntamenti, i propri servizi online, ecc.

Google Now e Google Search.

Tra le altre feature Android 4.2 promette nuove funzionalità e migliori performance tanto per il servizio di Google Now, quanto per quello di Google Search, consentendo un più performante reperimento delle informazioni che l’utente intende cercare.

Velocità e fluidità.

Per questa nuova miglioria Google, in modo provocatorio, suggerisce un esperimento, quello di confrontare un dispositivo dotato di Android 4.2 e della versione precedente, analizzandoli sotto un microscopio per notare quanto differente sia la velocità, la reattività e la fluidità di ogni tipo di animazione e scorrimento sullo schermo con l’ultima release del sistema operativo. La sensazione, afferma Google, sarà quella di uno strumento più performante e di una esperienza più gradevole per l’utente, segnando dunque un balzo in avanti in termini qualitativi.

Android Beam.

Con Android 4.2, saranno sufficienti due terminali dotati di tecnologia NFC, per spostare più facilmente e più rapidamente contenuti dall’uno all’altro, tramite il semplice contatto di prossimità. Così facendo non saranno più necessari invii di email o ricerche bluetooth. Tutto diventa rapido ed automatico, favorendo lo scambio di contenuti tra utenti in possesso di terminali Android, ovviamente con la versione 4.2.

Accessibilità.

Con Android 4.2 diventa più semplice anche zoomare sullo schermo per favorire la leggibilità. Utenti ipovedenti, ad esempio, potranno accedere allo zoom con un triplo tap sullo schermo ed interagire con le unità presenti come se si leggesse a dimensione naturale. Ma non è tutto e, infatti, per consentire un migliore accesso ai contenuti anche in caso di cecità, è prevista anche una particolare modalità di gestione che permette di poter navigare sull’interfaccia utilizzando particolari gestualità di tocco e scorrimento in combinazione con output vocali.

Post precedente
Nexus 4 foto e dettagli

Google Nexus 4: scopri tutti i dettagli del nuovo smartphone Android

Next Post

Samsung Galaxy Premier : Annuncio e dettagli!

Articoli correlati