Vulnerabilità nel Wipedata, il tuo dispositivo è a rischio?

E’ da tempo risaputo, che alcuni smartphone della famiglia Galaxy di Samsung, sono affetti da delle vulnerabilità per quanto riguarda i Wipe data, oggi ci giunge la notizia che tale vulnerabilità è presente anche in altri dispositivi.

Attraverso la navigazione web, molti utenti si sono imbattuti in questo problema, utenti con smartphone Motorola, HTC, Sony a quanto pare all’appello manca solo LG. In pratica, i siti malevoli riescono ad accendere attraverso questa falla al dialer inviando dei codici per la visualizzazione e registrazione dell’IMEI e di altri dati importanti.

Samsung per questo tipo di problema, ha deciso di rilasciare una patch (non ancora disponibile in Italia), inoltre pare che il team CyanogenMod abbia affermato che ad essere affetti da questo problema sono quei dispositivi che non montano la ROM Jelly Bean.  Se volete verificare se anche il vostro dispositivo è a rischio vulnerabilità, recatevi sul seguente sito web :

http://dylanreeve.com/phone.php

Ovviamente bisogna visitare il sito dallo smartphone, se visitando tale indirizzo, vi comparirà il codice IMEI sul vostro smartphone, allora siete potenzialmente a rischio.  Se volete avere maggiore protezione, navigate nel massimo dell’anonimato ed utilizzate questa applicazione come default :

Inutile dire, di installare un antivirus come AVG, se il vostro dispositivo risulta affetto da questo vulnerabilità, installate la CyanogenMod 10 basata su Jelly Bean o aggiornate nel caso fosse disponibile, il firmware del vostro smartphone al nuovo sistema operativo di casa Google.

Ricapitolando

  • Questa vulnerabilità agisce nel Wipe data
  • E’ riscontrata solo durante la navigazione
  • E’ in grado attraverso un codice malevolo di avere tutte le info sul vostro dispositivo (IMEI compreso)
  • La vulnerabilità utilizza il dialer, componendo il codice automatico per visualizzare il menu segreto con tutte le info
  • Visitare il sito sopracitato dal proprio smartphone per scoprire se si è affetti o meno
  • E’ consigliato utilizzare una ROM basata su Jelly Bean!
Post precedente

Vulnerabilità critica nel Galaxy SIII, Samsung pronta al FIX!

Next Post

Samsung Galaxy S3: già pronta la patch per salvaguarnarne la memoria

Articoli correlati