Samsung pronta ad una nuova diatriba contro Apple

Dal momento della presentazione ufficiale dell’iPhone 5, Samsung sarebbe pronta a denunciare Apple per la violazione di brevetti a riguardo della tecnologia LTE. Una nuova diatriba tra le parti potrebbe rinascere. Samsung, insomma, dopo la chiarissima campagna pubblicitaria che deride il nuovo smartphone della casa di Cupertino, sarebbe decisa a riscattare la sconfitta subita in tribunale, negli Stati Uniti, da parte dei legali Apple, e motivo del contenzioso saranno, questa volta, i brevetti relativi alla tecnologia 4G LTE che Apple ha annoverato all’interno suo nuovo dispositivo.

A svelare le intenzioni del gruppo sudcoreana è la testata The Korea Times, secondo cui il gruppo avrebbe già notificato ai propri legali l’intento di procedere con celerità per due motivi. Il primo, per dare del filo da torcere all’acerrima nemica Californiana, fin dai primi giorni della presentazione del suo nuovo smartphone, ostacolando così l’immissione sul mercato dell’iPhone 5. Il secondo, per vendicare il torto subito nelle settimane scorse e riportare in una situazione di parità la sfida tra le parti.

Secondo quanto trapelato da fonti vicine a Samsung, la tecnologia LTE sarebbe oggi coperta da brevetti Samsung al di fuori dell’ambito FRAND e per la quale non sussiste pertanto alcun obbligo di licenza, tanto meno a prezzi predeterminati in virtù dei modelli di equità e ragionevolezza. Samsung, insomma, avrebbe carta bianca nel poter portare avanti licenze e denunce sulla tecnologia in esame e, per questo motivo, avrebbe a disposizione un potente mezzo per ostacolare l’avanzata di Apple.

Samsung, inoltre, sarebbe intenzionata ad agire con estrema celerità e, anche per questo motivo, avrebbe già identificato Europa e Stati Uniti quali mercati di applicazione della propria strategia legale offensiva. Rallentare l’immissione del nuovo smartphone con la mela su questi mercati potrebbe avere un’importanza fondamentale soprattutto in una fase delicata e, allo stesso tempo importante, quale quella dell’avvio delle distribuzioni.

Nonostante tali indiscrezioni, ad oggi, alcuna novità e neppure Tim Cook, CEO di Apple, ha espresso alcuna dichiarazione a riguardo, lasciando intendere che preferisca sia Samsung a muovere il primo passo. Questa volta in gioco non vi sono soltanto un manipolo di brevetti, ma milioni di utenti finora divisi in un duopolio pieno di tensioni legali, concorrenza di mercato e lotta per la leadership. Nuovi episodi della soap opera, stavolta Samsung VS Apple, ci aspettano? Chissà…

Post precedente

CyanogenMod: Novità per le versioni CM 9 e 10!

Next Post

Google più agguerrita dopo la sconfitta di Samsung contro Apple

Articoli correlati