Google più agguerrita dopo la sconfitta di Samsung contro Apple

La sconfitta, con la sentenza statunitense, di Samsung nella diatriba contro Apple, che obbligherà l’azienda sudcoreana a versare oltre 1 miliardo di dollari al colosso di Cupertino, rappresenta per Google un vero e proprio campanello d’allarme. Sono queste le dichiarazioni con le quali David Lawee, Vicepresidente del Corporate Development di Mountain View, definisce il caso che sussiste da diversi mesi a questa parte, sottolineando inoltre come Google abbia sbagliato strategia per quanto concerne la gestione dei brevetti.

Secondo David Lawee, infatti, Google avrebbe dovuto assumere un atteggiamento decisamente più aggressivo, investendo i dovuti fondi per salvaguardare le proprietà intellettuali nate dal duro lavoro dei suoi ricercatori ed approfittare delle risorse a propria disposizione. Un modus operandi, questo, che a quanto pare caratterizzano le strategia principali di Apple, il cui portfolio di brevetti sarebbe così decisamente più ampio di quello di Mountain View.

«Non credevamo che fosse possibile brevettare gli angoli arrotondati»

Ha dichiarato sarcasticamente David Lawee in un’intervista, lasciando trapelare un tono allo stesso tempo preoccupato. Il rischio di quella che Steve Jobs ha più volte definito una vendetta nei confronti del sistema operativo Android è infatti piuttosto elevato, col colosso di Cupertino pronto a tutto pur di crocifiggere il robottino verde. Il caso Samsung, dunque, rappresenta per Google l’input che l’azienda attendeva per imprimere un decisivo cambiamento di rotta nelle proprie strategie.

E’ chiaro a tutti che Android, da tempo ormai, continua a dover affrontare cause legale di ogni genere legate a vere o presunte violazioni di brevetti, con Microsoft che, dal canto suo, coglie al volo tali occasioni instaurando accordi con diversi produttori che consentono all’azienda di ottenere importanti guadagni grazie alla diffusione di Android. La situazione, tuttavia, potrebbe presto mutare, con Google pronta a far valere i propri diritti sul campo ed in aula di tribunale e con Samsung pronta a riaprire una nuova diatriba contro la Apple.

L’era in cui i produttori erano allo sbaraglio è ormai terminata e, adesso, anche Google sembra chiaramente intenzionata a scendere in campo in difesa della sua creazione Android, il che significherà una maggiore acredine negli scontri ed un inasprimento della posta in palio.

Post precedente

Samsung pronta ad una nuova diatriba contro Apple

Next Post

Rumors : Galaxy S IV a Febbraio 2013?

Articoli correlati