Samsung Galaxy Camera: smartphone o fotocamera?

La Samsung Galaxy Camera è un nuovo dispositivo ibrido che Samsung ha presentato durante il Samsung Mobile Unpacked 2012 tenutosi a Berlino. Vediamo di cosa si tratta… Dopo la presentazione del nuovo phablet, un dispositivo ibrido per dimensione che consiste in una via di mezzo tra uno smartphone ed un tablet, il Samsung Galaxy Note 2, ecco presentata la Samsung Galaxy Camera, un altro dispositivo ibrido metà smartphone e metà fotocamera. Si tratta, in poche parole, di una fotocamera digitale con un grande display touchscreen da ben 4,8 pollici (equivalente a quello del Samsung Galaxy S3) equipaggiata con la versione 4.1 di Android – meglio conosciuta come Jelly Bean – e connettività WiFi e cellulare. Non fraintendete, però, non permette di telefonare, ma sullo schermo della macchina è possibile navigare sul Web, guardare filmati YouTube e, naturalmente, visualizzare, organizzare, correggere e ritoccare le fotografie scattate.

Dal punto di vista dell’hardware, la fotocamera è dotata di un sensore da ben 16,3 Megapixel, con uno zoom ottico da 21x, schermo posteriore LCD da 4,8 pollici e connettività 3G, 4G LTE e Wifi – a seconda del modello scelto – così da poter permettere di operare in Rete direttamente tramite il dispositivo. E’ inoltre equipaggiata di un chip A-GPS per la geolocalizzazione degli scatti. Il tutto è animato da un potente processore quad core da 1,4 Ghz. Una piccola nota dolente va al peso che è, in effetti, un po’ sopra la media arrivando a toccare i 305 grammi, ciò fa intuire che non si tratta certamente di una macchina fotografica digitale compatta. La Samsung Galaxy Camera permette, inoltre, di registrare video in full HD a 30 frame al secondo. Ma non è finita qui ed, infatti, è anche capace di riprendere scene a rallentatore grazie ad un’ottica che riesce a cogliere anche 120 frame al secondo, in questo caso, però, la risoluzione sarà di 720×480.

Molto del valore e dell’innovazione del dispositivo, così come per tanti altri prodotti Samsung, è comunque da ricercare nel software. Infatti la Samsung Galaxy Camera include diverse modalità innovative di scatto. Tra queste annoveriamo, ad esempio, la Sky mode, per ripredere il cielo; oppure la Waterfall, per immagini con acqua. L’innovativa fotocamera presentata dall’azienda sudcoreana integra una funzione che permette di gestire la libreria delle immagini, così da mantenere le foto ordinate in album, nonché diverse capacità di condivisione abilitate da piccoli widget, come ad esempio per Facebook, per Google, per il PC, per la TV e così via.

Ricchissime, infine, le funzioni dedicate alla connettività come, ad esempio, Auto-cloud backup, che permette di eseguire il salvataggio delle foto in the cloud attraverso il servizio, offerto dalla stessa Samsung, AllShare; oppure Share Shoot, che permette, invece, di condividere al volo una foto dopo aver accoppiato i dispositivi attraverso Wifi. 

Queste sono solo alcune delle peculiarità e delle funzioni che la Samsung Galaxy Camera ci offre. Si tratterebbe, quindi, dopo la Nikon Coolpix S800c presentata appena qualche giorno fa, della seconda fotocamera digitale con cuore e anima Android. Anche in questo caso, con la sua nuova Samsung Galaxy Camera, l’azienda sudcoreana ci offre un prodotto innovativo all’insegna di un parco funzioni ricchissimo e della creatività, parola chiave caratteristica della strategia adottata dalla casa.

Post precedente

Ladies and gentlemen, ecco a voi il Samsung Galaxy Note 2

Next Post

Samsung Mobile Unpacked 2012: venghino, sìore e sìori, venghino!

Articoli correlati