Nikon Coolpix S800c: una fotocamera con cuore Android?

Il colosso giapponese del settore della fotografia, stiamo parlando di Nikon, sembra stia per lanciare una nuova fotocamera, la Nikon Coolpix S800c, con cuore Android. Anche la Nikon, quindi, sembrerebbe voler sventolare bandiera Android, inserendo per la prima volta il sistema operativo dell’azienda di Mountain View all’interno di una propria fotocamera e l’annuncio ufficiale di tale prodotto potrebbe avvenire il prossimo 22 Agosto. L’intento del gruppo giapponese, leader nel settore della fotografia, sembrerebbe essere quello di adottare un sistema operativo per la propria fotocamera in modo da arricchire l’intelligenza del dispositivo, arricchendo, allo stesso tempo, l’esperienza dell’utente e migliorando le opportunità per la gestione dei file relativi alle fotografie scattate.

L’ipotesi che ciò avvenga trae spunto da una documentazione depositata da Nikon in Indonesia. Si tratterebbe di referti relativi ad una sconosciuta Nikon Coolpix S800c. Tra le caratteristiche trapelate da tale documento quelle più interessanti segnalano lenti 25-250mm, schermo OLED da 3,5 pollici, modulo GPS, connettività Wi-Fi. e, come accennato, sistema operativo Android 2.3.  Ogni componente sembra avere chiaramente un suo significato preciso. Ad esempio, la scelta di adottare il sistema operativo Android 2.3 è più che sufficiente per relazionare la fotocamera a Google Play mettendo a disposizione dell’utente utilizzatore una moltitudine di applicazioni. Allo stesso modo il modulo GPS è fondamentale per la geolocalizzazione e il modulo Wi-Fi è un elemento altrettanto fondamentale sia per accedere a Google Play, quanto per trasferire le immagini via Internet, anche utilizzando uno smartphone in hotspot.

Insomma, in occasione dell’evento Photokina che dovrebbe tenersi per fine Settembre prossimo, Nikon potrebbe avere a disposizione un interessantissimo prodotto da presentare. Nikon, in questo modo, potrebbe cercare di dimostrare che il mondo della fotografia non intende farsi surclassare dal mondo del software, piuttosto cavalcare l’innovazione metabolizzando le novità per ribadire il fatto che, in qualunque modo si gestisca uno scatto nella fase di editing in post-produzione, una fotografia di alta qualità ed una fotografia scattata da un telefonino sono due cose estremamente differenti. E sarei in accordo nel dire che non ha tutti i torti.

Post precedente

Apple VS Samsung: un documento segna un clamoroso autogol per la casa sudcoreana

Next Post

Guida al root dello smartphone Optimus 4X HD di casa LG

Articoli correlati