Android ed i consumi

Il successo della tecnologia Android è sotto gli occhi di tutti, ma così anche l’interessa di sempre più studiosi che valutano quanto questa tecnologia sia realmente utilizzabile ed utile per la gente comune.

Uno studio della Purdue University per esempio ha portato alla luce un particolare molto interessante. Il tutto è riferito alle API a livello energetico di un telefono Android che sembra provochi un aumento considerevole del consumo di energia. Stiamo parlando di un problema abbastanza grande visto che farebbe perdere l’intera carica in sole 5 ore di stand-by del dispositivo.

Il 25% delle molteplici applicazioni disponibili per Android che implementano API per la gestione dei consumi o wakelock sono possibilmente soggette a bug molto gravi che riducono drasticamente l’autonomia energetica. I ricercatori hanno quindi messo a prova la pubblicità fatta dai telefoni Android scoprendo questa problematica che se diffusa potrebbe portare ad un radicale calo nelle vendite di questi prodotti.

Se il vostro Android consuma troppo ora potreste comprenderne il perché. Le parole del professor Y Charlie Hu definiscono i bug come un silenzioso killer per la batteria e tutto questo potrà occorrere anche se utilizzare il Terminale, semplicemente in stand-
by. senza l’interazione dell’utente attraverso l’utilizzo di qualsiasi componente del dispositivo, il processore è spento fino a quando un applicazione non viene utilizzata e il dispositivo di “rianima.”

In ogni caso sono varie le operazioni che funzionano in backgound, come per esempio l’interrogazione del server remoto da parte della piattaforma e-mail, ma le specifiche (API) date dai produttori offrono agli sviluppatori la possibilità di interagire sulle tempistiche. Sono differenti le Api di gestione di energia da valutare per gli sviluppatori di applicazione, ed essendo solo umani possono commettere errori provocando dei seri bug nel software che impedisce al dispositivo di entrare in completo stand-by. Su 187 applicazioni analizzate in 42 è stato riscontrato un errore di questo genere.

L’articolo è stato scritto da Angelo Ricci, uno scrittore, libero professionista che tratta di informazioni
sull’intrattenimento e la tecnologia.

Post precedente

Cyanogen Mod 10 : Android 4.1 Jelly Bean confermato!

Next Post

Un clone del Galaxy SIII da HDC!

Articoli correlati