Google I/O: presentato il Nexus Q, un media player sociale Android

Google prova a percorrere una strada alternativa per l’intrattenimento multimediale tra le mura domestiche e, in occasione del tanto atteso evento Google I/O ci presenta il Nexus Q, dispositivo a forma di sfera per la riproduzione in streaming attraverso dispositivi Android di brani musicali, filmati da YouTube e molto altro ancora, grazie anche all’integrazione con il Play store.

“Il primo media player sociale orientato al cloud”

E’ con queste parole che che Google descrive il Nexus Q, ultimo nato dall’azienda di Mountain View per incrementare ulteriormente la famiglia di prodotti Nexus. Si Tratta dunque di un dispositivo il cui obiettivo è quello di offrire nuove soluzioni per l’intrattenimento domestico, soprattutto in chiave multimediale, consentendo di accedere ai propri brani, a YouTube ed altri contenuti.

Il cuore che batte e fa funzionare il Nexus Q è con una CPU dual-core ARM, sostenuta da 1 GB di RAM e dotata 16 GB di memoria di massa per l’archiviazione. Presente inoltre uno slot Micro USB mediante il quale Google intende incentivare l’hacking del prodotto. Tutto questo permette  l’esecuzione del sistema operativo Android 4.0 di cui è dotato. Per controllarlo, però, è già sufficiente un terminale Android 2.3, indifferentemente che si tratti di uno smartphone o di un tablet, mentre i contenuti possono essere riprodotti sia sul proprio dispositivo che su di una TV dotata di ingresso HDMI oppure degli speaker mediante cavo jack. E’ inoltre possibile comandare il Nexus Q sfruttando una connessione Wi-Fi così da permettere di avviare la riproduzione, gestire la propria libreria di contenuti multimediali ed eseguire altre operazioni.

Interessante, come abbiamo detto, la possibilità di collegare tale dispositivo ad un apparecchio televisivo sfruttando l’uscita HDMI, oppure ad un impianto stereo mediante cavo jack, ottenendo di fatto una sorta di media center che ci permette di arricchire ulteriormente l’esperienza d’uso. Qui di seguito una galleria di immagini del Nexus Q ed un video di presentazione del prodotto.

Post precedente

misHaps: un’app per riavere lo smartphone Android smarrito

Next Post

Ricchi premi e cotillon Android per i partecipanti al Google I/O

Articoli correlati