Telegram testa l’abbonamento a pagamento

Stando a quanto riportato da androidpolice, Telegram starebbe testando una sorta di versione Premium del Messenger, accessibile attraverso l’abbonamento a pagamento.

Telegram diventa a pagamento?

Nella versione Beta 8.7.2 di Telegram, sono presenti emoji di reazione e adesivi contrassegnati come esclusivi per Telegram Premium. Alcuni utenti sono stati selezionati per iscriversi al servizio e testarli. Come i normali adesivi anche i Premium saranno visibili nell’apposita schermata, tuttavia potranno essere utilizzati solo dagli utenti Premium.

Per ora si tratta di un semplice test, Telegram potrebbe scartare l’idea di un abbonamento così come concretizzarlo, ma non limitarsi ai soli adesivi, offrendo magari funzionalità interessanti e aggiuntive che invoglino gli utenti ad abbonarsi, anche se non è chiaro se si tratterà di un canone mensile, trimestrale, semestrale o annuale.

Se ben ricordate inizialmente WhatsApp era a pagamento, costava pochi euro l’anno ma non offriva funzioni esclusive dato che non esisteva WhatsApp Gratis. Come accade con Youtube e molti altri servizi, bisogna pur sempre offrire agli utenti una motivazione che induca a abbonarsi invece che usare il servizio gratuitamente.

Ad ogni modo Telegram non diventerà a pagamento, qualora venga aggiunta la possibilità di abbonarsi per usufruire di funzionalità extra, il messenger base continuerà a funzionare gratuitamente. Attualmente Telegram monetizza in altri modi, anche se di recente ha iniziato a testare la pubblicità in gruppi e canali ma parliamo di community piuttosto ampie.

Post precedente

2fa: Cos’è, come e quando si usa su Android

Next Post

WhatsApp: In arrivo una novità tanto attesa

Articoli correlati