WhatsApp: Attenti a questa Mod, contiene un pericoloso Trojan

Avete mai provato a scaricare e installare Mod per WhatsApp in grado di aggiungere funzionalità assenti? Che si tratti di semplici personalizzazioni o nuove funzioni, è altamente sconsigliato l’uso di app alternative al WhatsApp ufficiale, sia perchè potreste ritrovarvi l’account bannato che lo smartphone infetto, come nel caso dell’app di cui vi parleremo quest’oggi.

Attenti a FMWhatsApp

I ricercatori che si occupano della sicurezza presso Kaskersky, hanno di recente annunciato di aver scoperto la presenza di un pericoloso trojan all’interno dell’applicazione FMWhatsApp. La minaccia che risponde al nom edi Triada è in grado di raccogliere le informazioni personali presenti sul dispositivo per poi lanciare app malevoli, sottoscrivere abbonamenti a pagamento, intercettare conversazioni private ed SMS ed altro ancora.

Con questa applicazione è difficile per gli utenti riconoscere la minaccia a cui vanno incontro, perché la mod fa effettivamente ciò che promette: offre funzionalità aggiuntive. Tuttavia, abbiamo osservato che i criminali informatici hanno iniziato a diffondere file dannosi attraverso gli annunci pubblicitari in tali app. Per questo motivo consigliamo di utilizzare solo i software di messaggistica scaricati dagli app store ufficiali. Non avranno alcune funzioni aggiuntive, ma almeno si avrà la certezza di non installare malware sul proprio smartphone“, ha dichiarato Igor Golovin, security expert di Kaspersky.

Se avete installato FMWhatsApp per provare le sue funzionalità, vi invitiamo a disinstallarlo, nel caso in cui non ci riuscitate procedete come segue:

Soltanto dopo aver disattivato i permessi potrete disinstallarle normalmente. Per essere certi della rimozione del malware vi consigliamo di utilizzare antivirus o antimalware ufficiali e sicuri che potete scaricare gratis sul Google Play Store.

Le app in questione anche se rimosse dallo store ufficiale sono ancora scaricabili e installabili tramite store alternativi o in formato Apk, prestate attenzione.

Post precedente

Tim: attacco hacker e come difendersi

Next Post

Backup by Google One: Svelate le nuove Impostazioni

Articoli correlati