Whatsapp diventa rosa? Attenti alla truffa

Quando vi parliamo di truffe WhatsApp ci riferiamo in genere al codice a 6 cifre inviato via SMS, messaggi contenenti link malevoli e cose di questo tipo, ma oggi invece vogliamo parlarvi di una truffa a dir poco geniale per addescare i creduloni, e dalla quale vogliamo naturalmente mettervi in guardia.

In questo ultimo periodo sta circolando sulla rete un presunto WhatsApp Pink, ossia una versione Rosa del celebre WhatsApp, che come sapete utilizza il verde come colore standard, nonostante sia personalizzabile in sfondo e Tema (Chiaro e Scuro).

WhatsApp Rosa? L’ennesima truffa

Come riportato da un sito specializzato in truffe, la nuova versione di WhatsApp che sta circolando sulla rete prometterebbe all’utente di avere un’interfaccia Rosa. Una volta installata l’applicazione scompare dalla schermata principale, restando attiva in background e rubando i dati personali delle vittime, accedendo alla rubrica, messaggi scambiati e scaricando app malevoli.

Non utilizzate versioni non ufficiali o alternative di WhatsApp, sopratutto se queste vengono proposte all’esterno del Google Play Store, per quanto limitato sia il Messenger ufficiale. Vi ricordiamo o informiamo che al di là della truffa, usare versioni alternative al WhatsApp ufficiale comporta il ban dell’account.

Diffondete questa notizia perchè spesso ci capita di avere a che fare con persone che purtrppo cadono vittima di truffe di ogni genere. Non scaricate WhatsApp Rosa, non installate WhatsApp rosa, WhatsApp Rosa è FAKE e vi installerà un malware nello smartphone.

Post precedente

Motorola Moto G20 annunciato con specifiche tecniche e prezzo

Next Post

Google Meet,Maps e Gboard: Le Novità in rilascio

Articoli correlati

Le migliori App Android – settembre 2012

Tempo fa, vi abbiamo proposto una nostra lista sui migliori giochi disponibili per Android a pagamento e gratuiti, l'articolo di oggi è rivolto invece alle applicazioni, ci auguriamo che sia di vostro gradimento e vi invitiamo a completarlo o arricchirlo con i commenti, riportando app che non sono state citate nella lista.
Continua a leggere