Huawei Sfida Google con Petal MAPS

HUAWEI annuncia l’arrivo di una propria applicazione che contrasterà la celebre Google Maps, per compensare l’assenza della stessa sui dispositivi di nuova generazione.

Il nome dell’app è Petal MAPS la quale viene svelata in concomitanza con una seconda app chiamata Petal Search.

HUAWEI Petal Search, Petal MAPS: Tutte le novità

Iniziamo da Petal Search, app che fungerà da motore di ricerca HUAWEI, disponibile già in 170 paesi con 50 lingue supportate. Gli utenti potranno effettuare ricerche in più di 20 categorie, tra cui app, notizie, video, immagini, acquisti, voli e attività commerciali.

L’app include anche una calcolatrice, il tasso di cambio, il meteo ed altri utili strumenti. I risultati delle ricerche vengono arricchite da schede informative, pensate per aiutare gli utenti a trovare più rapidamente e in modo intuitivo ciò di cui hanno bisogno.

Attraverso l’intelligenza articiale è possibile effettuare ricerche partendo da immagini o foto, trovando oggetti, persone, animali, punti di riferimento ed altro associati. Non manca all’appello la ricerca vocale e molto altro.Veniamo ora all’app più interessante, la quale è stata sviluppata per essere una valida alternativa a quella di Google.

Petal Maps supporta 140 paesi e 79 lingue, tra cui anche l’italiano, dotata di funzionalità rivolte ad offrire aggiornamenti in tempo reale, come ad esempio sui trasporti pubblici nelle 129 principali città del mondo. Potete pianificare itinerari, utilizzare tecnologie come il Super GNSS e riconoscimento delle immagini.

Attraverso il controllo gestuale potete passare dalla visualizzazione di navigazione alla panoramica generale della mappa tramite il movimento della mano. Concludiamo con Huawei Docs, già disponibile in 100 paesi e regioni, supporta 50 formati tra cui PDF, PTT,DOC e permette la sincronizzazione in tempo reale per un lavoro condiviso.

Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, LudomediaInstagram

articolo precedente
articolo successivo